Basket Serie A: Trento batte Milano e accorcia le distanze, ora la serie è sul 2-1.

Pubblicato il autore: Mattia Dallaturca Segui

Partita bellissima quella andata in scena alla BLM Group Arena di Trento, dove i padroni di casa si impongono per 72-65 dopo una prestazione maiuscola, mettendo in seria difficoltà, per la prima volta in questa serie, l’attacco di Milano. Ora Trento ci crede per davvero!

Sintesi. L’Olimpia parte subito forte con l’asse Cinciarini-Tarczewsky, con quest’ultimo che riesce sempre a farsi trovare pronto sotto canestro per sfruttare gli assist del suo capitano (ben 4 in sette minuti). Micov e Kuzminskas puniscono con il tiro da 3 punti e, a tre minuti dalla fine del quarto, Milano conduce per 7-12.
Immediato il timeout di Buscaglia che cerca di tamponare gli errori difensivi dei suoi, e visto il risultato, ci riesce alla grande: Hogue risponde colpo su colpo ai canestri delle ‘scarpette rosse’ e Gutierrez, appena entrato, ruba palla a Kuzminskas per la schiacciata di Gomes che vale il +1 Dolomiti Energia. Le realizzazioni di Bertans e Silis valgono la parità. 17-17 dopo i primi dieci minuti.
Nel secondo quarto la partita continua rimanendo sempre in grande equilibrio. La differenza la fanno i rimbalzi offensivi di Trento (6-0), mentre l’EA7 sbaglia tanto in un match in cui, alla pausa lunga, nessun giocatore è in doppia cifra, infatti il top scorer è Hogue con 9 punti. 35-31 all’intervallo.
La terza frazione ha due protagonisti: Silins e Sutton. S&S puniscono la difesa milanese grazie alla mano caldissima  dalla linea dei 6,75 e alle penetrazioni dal palleggio che non lasciano scampo alle voragini difensive lasciate dagli uomini di coach Pianigiani. Trento tocca addirittura il +15, ma la tripla di Jerrels riduce lo scarto a 10 lunghezze.
Nell’ultimo periodo Milano cerca di colmare il gap, ma un fallaccio antisportivo di Bertans su Gomes garantisce a Trento 12 punti di vantaggio. Il #45 biancorosso cerca di farsi perdonare segnando 4 punti di fila in entrata e la tripla di Jerrels spaventa i padroni di casa che vedono salire gli ospiti fino al -5.
Gli ultimi tre minuti sono da cardiopalma con Gutierrez che si prende tecnico per flopping, ma per sua fortuna, nel possesso successivo, Micov sbaglia la tripla del possibile -1.
Da adesso in poi la partita si decide dalla linea della carità con un Sutton freddissimo (4/4 ai liberi nel finale), mentre dall’altro lato Micov sbaglia un’altra tripla, questa volta per il virtuale -2 e per Milano non ci sono più speranze: la partita finisce 72-65 in favore di Trento, che dimezza lo svantaggio.

Top&Flop. I due protagonisti chiave dell’incontro sono Dominique Sutton e Dustin Hogue fino ad ora irriconoscibili nelle precedenti partite della serie. Il #2 delle ‘Aquile’ fa registrare una doppia doppia da 19 punti (5/9 da 2) e 10 rimbalzi, così come il pivot americano (18 punti e 10 rimbalzi). Bene anche la prestazione di Gomes, autore di 13 punti.
Tra le fila di Milano ci sono da segnalare la buona prova di Bertans il quale realizza 13 punti con 2/5 da 3 e 3/3 da 2 e di Curtis Jerrels, anche per lui 13 punti (2/5 da due e 3/8 da 3) conditi da 3 assist.
Il peggiore dell’incontro è, a sorpresa, Andrew Goudelock. Colui che era stato l’assoluto dominatore sia di Gara 1 che di Gara 2 è apparso nervoso fin da subito, condizionato, già dalle battute iniziali, da problemi di falli che non gli hanno permesso di approcciare alla partita nel modo giusto. Alla fine saranno solo 7 i punti per la guardia americana, con un misero 2/6 da 3 punti e un clamoroso (in senso negativo) 0/3 da 2.

Gara 4 è fissata per lunedì 11 giugno sempre in Trentino. Milano dovrà essere brava a reagire senza perdere la testa, mentre Trento potrebbe riagguantare la parità, sfruttando al meglio il fattore campo.

  •   
  •  
  •  
  •