Calciomercato – Le big di Serie A si muovono tra addii eccellenti e giovani in cerca di riscatto

Pubblicato il autore: Alessandro Nardelli Segui


CALCIOMERCATO
– Siamo già a metà gennaio, e il calciomercato è quasi terminato. Pochi i movimenti in entrata ed in uscita per le big, ma tutti di rilievo. Vediamo come stanno operando le prime cinque squadre del campionato di Serie A, in lotta per lo scudetto o per un agognato posto in Champions.

JUVENTUS: Se per l’anno prossimo, quasi sicuramente si punterà su Emre Can, Caldara e Spinazzola, senza tralasciare la suggestione Balotelli, il presente non dovrebbe portare acquisti a Max Allegri, che può contare già su una squadra numericamente ampia e qualitativamente superiore rispetto alle avversarie. Interessa, in orbita futura, il talentino del Genoa, Pellegri, per il quali i bianconeri potrebbero offrire fino a 25 milioni di euro con il giocatore lasciato un altro anno a Genova a crescere.

NAPOLI: La priorità, per Sarri, è un esterno d’attacco, che possa ricoprire, all’occorrenza, anche il ruolo di trequartista centrale. Il nome numero uno è il venticinquenne Amin Younes dell’Ajax, che quasi certamente arriverà alla corte dei partenopei il prossimo anno, a costo zero. Giuntoli però proverà a forzare la mano con gli olandesi per acquistarlo già a gennaio. L’altro nome che circola è quello di Lucas Moura del PSG, attualmente fuori dai radar del tecnico dei parigini Emery. Una trattativa comunque difficile, vista la forte concorrenza del Malaga e uno stipendio attuale di 3,5 milioni di euro per il calciatore brasiliano.

LAZIO: A tenere banco il caso De Vrij, il cui rinnovo è slittato ancora, nonostante sembrasse che i dirigenti biancocelesti e gli agenti del giocatore fossero più vicini a chiudere per la permanenza del difensore. Questi ultimi, però continuano a prendere tempo, rimandando ancora l’incontro con il club per la firma. Dietro ci potrebbe essere probabilmente l’Inter, che, per la prossima stagione, pensa seriamente a De Vrij per rafforzare il suo pacchetto arretrato, visto che, in caso di mancato rinnovo con la Lazio, il centrale difensivo si libererebbe a costo zero. In entrata, a gennaio si registra l’arrivo di Martín Cáceres, già acquistato in estate, con la collaborazione del Verona, club nel quale l’ex Juventus è rimasto fino a gennaio, per recuperare la condizione fisica. Ora l’urugaiano è a disposizione del tecnico Simone Inzaghi, che può contare su una riserva di qualità.

INTER: Finora sono arrivati il giovanissimo Bastoni dall’Atalanta, ma soprattutto l’esperto Lisandro Lopez per blindare la difesa, mentre come esterno un Rafinha in cerca di riscatto, dopo troppi problemi fisici che lo hanno limitato nel Barcellona delle stelle. Ora la priorità è cercare un centrocampista deputato alla costruzione della manovra nel gioco della squadra di Spalletti. Il tecnico di Certaldo, ha reclamato a gran voce un nuovo rinforzo per la mediana, ma al momento i nomi che si fa è quello di Ramires (comunque più lontano). In attacco interessa Sturridge, per il quale bisogna battere la concorrenza della Roma e del Siviglia. In uscita Joao Mario, vicino a passare in prestito al West Ham, ed Eder che potrebbe andare al Crystal Palace.

ROMA: Aria di smobilitazione in casa giallorossa, con Edin Dzeko ed Emerson Palmieri a un passo dal Chelsea per 50 milioni di euro più eventuali bonus. Per sostituirli, i nomi più caldi sono quelli di Berardi e Sturridge per l’attacco e Darmian per la fascia. Per il futuro, si parla di un interessamento per Simone Verdi del Bologna e Bryan Cristante dell’Atalanta, per un ritorno al made in Italy, necessario a rafforzare una squadra che potrebbe perdere quasi sicuramente il belga Nainggolan, pronto a lasciare Roma in estate, se non proprio a Gennaio, visto il fortissimo pressing del Guangzhou Evergrande.

  •   
  •  
  •  
  •