Asensio vuole la Juventus: Paratici prepara il colpo

Pubblicato il autore: Luca Piedepalumbo Segui

Asensio – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Il centrocampista del Real Madrid Marco Asensio starebbe pensanso di lasciare i blancos a fine stagione e si sarebbe offerto proprio alla Juventus. Il calciatore spagnolo, classe 1996, infatti, avrebbe espresso negli ultimi giorni molteplici dubbi sul progetto Real in seguito al pesante addio di Cristiano Ronaldo e agli scarsi risultati raggiunti in particolare in Liga finora. Esemplificative, sotto questo punto di vista, sono le dichiarazioni rilasciate dal talento dei blancos: “Non sono io a dover trascinare la squadra. Ci sono tanti altri giocatori che sono da più tempo di me in questo club e che sono molto più esperti di me. Sono loro a dover trascinare la squadra”.

Insomma, si tratta di malumori piuttosto espliciti che, probabilmente, sottendono la volontà di cambiare aria. La possibilità di portare alla Juventus uno dei potenziali eredi di Cr7 solletica la fantasia di Fabio Paratici, il quale è da sempre uno dei più grandi estimatori di Marco Asensio e starebbe già a lavoro per avviare contatti con l’agente dello spagnolo Horacio Gaggioli.

Leggi anche:  L'Atalanta accelera per prendere Musso: settimana decisiva. La situazione

Asensio, voglia di Juve

Marco Asensio corrisponderebbe alla perfezione al prototipo ideale di calciatore cercato dalla Juventus: giovane, talentuoso, vincente e già con tanta esperienza alle spalle. Durante la sua carriera ha, infatti, vinto un campionato spagnolo (2017), una Supercoppa spagnola (2017), due Champions League (2017 e 2018), due Supercoppe UEFA (2016 e 2017) e due Mondiale per club (2016 e 2017). Inoltre Asensio può vantare già più di 100 presenze con il Real Madrid, condite da 23 gol, e 20 presenze con la maglia della Nazionale spagnola.

I bianconeri sarebbero disposti a garantirgli uno stipendio maggiore rispetto al suo attuale ingaggio da 4,5 milioni di euro netti all’anno. La sua clausola di rescissione da 500 milioni di euro è fuori portata, quindi bisognerà trattare con il presidente Florentino Perez. Per la fumata bianca serv, dunque, una presa di posizione netta da parte di Asensio, che sarebbe rimasto ammaliato per l’accoglienza riservata a Cristiano Ronaldo e per il lavoro svolto da Massimiliano Allegri nel favorire l’esplosione di Paul Pogba e Alvaro Morata.

Leggi anche:  Juventus, spunta un nuovo nome per l'attacco: Petagna

Una carriera al Top 

Marco Asensio è nato a Palma di Maiorca da padre spagnolo e madre olandese. Calcisticamente è cresciuto proprio nel vivaio della sua città natale, il Maiorca, fino all’esordio tra i professionista nella stagione 2013/2014. Tuttavia, già nel dicembre del 2014 il Real Madrid ne annuncia l’acquisto per 3,5 milioni di euro e fa sottoscrivere un contratto al calciatore di ben sei anni. Asensio terminerà la stagione al Maiorca, in seconda divisione, collezionando 36 presenze e 6 gol. In seguito al suo approdo alle merengues il classe ’96 mette subito in difficoltà Rafa Benitez, all’epoca allenatore del Real, sbalordito dalle straordinarie doti tecniche e atletiche del ragazzo. Asensio viene girato, quindi, in prestito all’Espanyol e nella sua prima stagione in Liga si rende subito protagonista di numeri eccezionali: 34 presenze e 4 gol all’attivo. Asensio vince anche il premio di giocatore rivelazione del massimo campionato spagnolo.

Leggi anche:  Calciomercato Inter: per il dopo Eriksen c'è Calhanoglu

Nella stagione 2016-2017 torna al Real Madrid, svolgendo la preparazione estiva con l’allenatore Zinédine Zidane, che il 9 agosto 2016 lo schiera titolare – suo esordio ufficiale con la maglia del Real – nella Supercoppa UEFA  disputatasi a Trondheim contro il Siviglia: Asensio ripaga la fiducia del tecnico aprendo le marcature con un tiro da fuori area all’incrocio dei pali e alla fine i madrileni vincono la partita 3-2 dopo i tempi supplementari. Asensio è ormai già da tre anni tra gli idoli assoluti del Bernabeu e tra i più talentuosi calciatori del panorama internazionale. Il ragazzo rappresenta una certezza assoluta: chi lo prende farà sicuramente un affare.

  •   
  •  
  •  
  •