Douglas Costa, cosa succederà in futuro? Gli scenari

Pubblicato il autore: Davide Roberti Segui


Douglas Costa è uno dei più grandi enigmi della Juventus da tre anni a questa parte. Giocatore tecnicamente fenomenale, al suo primo anno in bianconero fu fondamentale e, di fatto, vinse uno scudetto “da solo”, con le sue prestazioni devastanti nel finale di campionato. Poi, però, ha avuto un evidente calo e non è mai tornato su quei livelli: colpa degli infortuni, colpa di alcuni pessimi atteggiamenti (lo sputo a Di Francesco su tutti), ma non si è quasi mai più visto lo “spacca-partite” del 2017/18.

I numeri di Douglas Costa nelle ultime due stagioni

Nella scorsa stagione, Douglas gioca solo 17 partite in campionato (con 1 solo gol, contro il Chievo), oltre ad altre 8 presenze tra Coppa Italia, Champions League e Supercoppa Italiana senza mai segnare. Decisamente pochino, per uno con le sue potenzialità. Ed il rendimento non è particolarmente migliorato nella stagione in corso, dove non ha mai trovato il gol nelle 14 di campionato giocate fin qui disputate, ed ha segnato solo un gol in Champions (nell’unica presenza all’attivo) ed uno in Coppa Italia (il 4-0 all’Udinese): in totale, 18 presenze e 2 gol. Eppure, soprattutto quest’anno con l’arrivo di Sarri, Douglas Costa sembrava essere al centro del mondo Juve, ed effettivamente all’inizio era un titolare inamovibile ed un uomo su cui il tecnico toscano puntava fortemente. Poi, però, di nuovo infortuni e discontinuità, che ora portano la dirigenza bianconera a fare delle riflessioni.

Cosa riserverà il futuro?

Il brasiliano è un pupillo di Sarri, questo è fuori da ogni dubbio: probabilmente, se fosse per lui, Douglas Costa rimarrebbe senza “se” e senza “ma”. Però ci sono offerte importanti sul tavolo, soprattutto quelle del PSG e dei due club di Manchester, ed al netto dei cali di valutazione dovuti al Coronavirus il prezzo del brasiliano  scenderebbe difficilmente sotto i 50 milioni. Se, come sembra probabile, il campionato dovesse in qualche modo riprendere, l’ex Shakhtar dovrebbe sfruttare quelle partite che restano da giocare per guadagnarsi la riconferma. Altrimenti, forse, sarebbe meglio per tutti salutarsi e dividere le proprie strade: insomma, attualmente dipende tutto da lui e dalle sue prestazioni. Cosa succederà a Douglas Costa? Ai posteri l’ardua sentenza.

  •   
  •  
  •  
  •