Fiorentina, Paquetà possibile colpo a sorpresa dal Milan

Pubblicato il autore: Davide Roberti Segui

Rocco Commisso, patron viola, ha le idee ben chiare: vuole costruire una grande Fiorentina, piena zeppa di giovani talenti esplosivi. Alcuni sono già in casa, basti pensare a Chiesa o Castrovilli, altri sono arrivati a gennaio (Cutrone, Kouame) ed altri ancora arriveranno, tutti sotto l’ala protettrice del vecchio Frank Ribery, vero faro della squadra fino al suo infortunio. In ogni caso, dopo la fallimentare stagione 2018/19 e quella attuale che ha visto continui alti e bassi, servirebbe davvero una scossa, un nome per il rilancio: questo nome, sembrerebbe essere quello di Lucas Paquetà.

Paquetà, il nuovo Kakà (forse)

Eccolo il colpo viola. Lucas Paquetà, brasiliano del Milan, arrivò nel mercato invernale del 2019 con grandi aspettative addosso. Sembrava il nuovo crack pronto a svoltare la stagione rossonera, e bastò una ruleta alla sua prima presenza per meritarsi l’etichetta di “nuovo Kakà“. In realtà, però, le cose non sono andate benissimo: tra la fine della scorsa e l’inizio di questa annata, Paquetà ha visto il campo solo 28 volte, di cui buona parte da subentrato, e ha segnato un solo misero gol. Un po’ pochino, soprattutto per chi era atteso come nuovo fenomeno del Milan. Soprattutto sotto la gestione Pioli, la panchina è diventata la sua migliore amica, uscendo dalle rotazioni del tecnico per lasciare spazio ai più “pratici” Bennacer e Kessie. Una cosa, però, è fuori da ogni dubbio: il talento c’è.

La scossa giusta?

Ed ecco che arriva la Viola. In un centrocampo a tre come quello della Fiorentina, Paquetà potrebbe inserirsi facilmente, e inoltre (nel caso in cui Iachini perdesse la sua panchina) potrebbe essere un perfetto trequartista insieme ai vari Chiesa e Ribery. Se, però, la squadra gigliata volesse davvero tentare il colpaccio, facilmente punterebbe su un prestito, magari anche biennale, con obbligo di riscatto: il deficit economico causato dal Coronavirus ha il suo impatto pesante anche sul calcio, e sborsare i 24 milioni richiesti dal Milan sulla base del valore del giocatore sono decisamente eccessivi. In alternativa, la squadra rossonera punterebbe ad avere Castrovilli come pedina di scambio: come ha detto Paratici, il prossimo mercato sarà basato proprio su questo tipo di trattative, dunque l’operazione sembra non impossibile. Un altro giocatore su cui potrebbe posarsi l’interesse del Milan è Dragowski, ma sarebbe ovviamente legato ad una possibile cessione di Donnarumma, alla Juventus o al Real Madrid. Insomma, il mercato è in divenire e riserverà sicuramente non poche sorprese, possiamo starne certi.

  •   
  •  
  •  
  •