Milan: Rafael Leao condannato a risarcire lo Sporting

Pubblicato il autore: Danilo De Falco Segui

Non arrivano buone notizie per Rafael Leao: come comunicato dallo Sporting Lisbona in data odierna, l’attaccante del Milan è stato condannato dal TAD, organismo arbitrale sportivo portoghese, a risarcire il suo ex club, per 16,5 milioni di euro. L’attaccante portoghese si era svincolato unilateralmente dallo Sporting, insieme ad altri suoi compagni di squadra, nell’estate del 2018, a seguito di un aggressione da parte dei tifosi che fecero irruzione nel centro sportivo del club durante un allenamento. Leao, successivamente, si trasferì in Francia, al Lille, dove poi il Milan lo ha acquistato la scorsa estate.
Come raccontato dal quotidiano portoghese Record, inizialmente, lo Sporting si era rivolto alla FIFA, contestando la validità della risoluzione del contratto da parte del giocatore e spiegando nel ricorso come, all’epoca dei fatti, Leao non avesse validi motivi per rescindere il proprio contratto: la FIFA aveva dato ragione a Rafael Leao e respinto il ricorso del club biancoverde, ritenendo la tesi adottata dal club inammissibile. Il TAD, però, ha ribaltato la sentenza della FIFA e ha condannato Rafael Leao: l’attaccante classe ’99 dovrà risarcire il suo ex club “ordinando al giocatore di pagare allo Sporting un importo di € 16.500.000, a titolo di risarcimento per la risoluzione illegale del contratto di lavoro sportivo”.

  •   
  •  
  •  
  •