Dinamica Generale Mantova ad un bivio

Pubblicato il autore: Francesco Grandi


Si è conclusa l’avventura della Dinamica Generale Mantova nei playoff in gara 5 agli ottavi di finale contro il Derthona Basket in una sfida equilibrata fino alla sirena finale che ha decretato il passaggio del turno dei piemontesi. La rimonta non è stata completata, ma Mantova esce da questa serie a testa altissima, ma sempre con l’amaro in bocca. Coach Martellossi a fine match ha ringraziato tutti i giocatori nonostante la sconfitta perchè comunque hanno dato tuto quello che potevano nelle ultime cinque gare. Poi a caldo ha fatto riferimento a qualche episodio sfortunato del match, che poteva cambiare il corso della serata e dell’intera serie, ma poi ha ammesso anche che l’Orsi Tortona è stata più cinica e fredda nei momenti cruciali dando il giusto merito agli avversari. Capitan Gergati e compagni hanno davvero dato il massimo in questa stagione, vorrei ricordare le vittorie contro le due bolognesi in casa per esempio e le 7 vittorie consecutive nel girone di andata che hanno dato la spinta giusta per arrivare all’obiettivo che si era prefissata la società all’inizio della stagione, i playoff.
Sono due anni consecutivi che la Pallacanestro Mantovana arriva alle fasi finali del campionato e, anche senza riuscire ad andare oltre gli ottavi di finale, questa constanza di risultati dimostra che questa società sta crescendo sia dal punto di vista sportivo e sia nell’entusiasmo della piazza. A Voghera per gara 5 c’erano circa 250 mantovani in un palazzetto molto piccolo che può contenere solo 1800 persone, ma l’apporto della tifoseria è stato a dir poco fantastico. Mantova lentamente sta rispondendo al richiamo del basket che nella città dei Gonzaga non ha mai raggiunto livelli di questa portata: in casa ed in trasferta la Dinamica Generale può contare su una tifoseria organizzata, i Sota a Chi Toca, sempre presenti e chiassosi nei loro incitamenti, mentre il resto del Palabam potrebbe essere riempito  un pò di più visto i risultati sportivi raggiunti dagli Stings. E’ solo il mio parere, ma aver la possibilità di poter assistere a partite di buon livello di basket dovrebbe attirare la curiosità di molta più gente in quel di Mantova, le condizioni ideali per assistere ad un evento sportivo in tutta tranquillità all’interno del palazzetto ci sono tutte, speriamo che nel futuro prossimo le cose possano migliorare in questa direzione, anzi ne son più che convinto.
A proposito di futuro, la Dinamica ora è di fronte ad un bivio molto importante: il day after gara 5 il consigliere Berni ha lanciato allarmi poco rassicuranti sull’eventuale partecipazione del campionato prossimo da parte della squadra in quanto le risorse economiche al momento non sono sufficienti a garantire nemmeno l’iscrizione. Sarebbe davvero un peccato perdere quello che si è costruito finora sia a livello sportivo e di movimento, servirebbe davvero una sterzata forte da parte delle istituzioni locali e parlo sia da parte del privato che del pubblico: ogni volta che si crea qualcosa di nuovo e di bello sportivamente parlando in questa città , si arriva sempre allo stesso punto, cioè quello di non ritorno. Basta guardare il calcio per rendersi conto che a Mantova non si riesce veramente a costruire qualcosa di continuativo nel tempo che possa veramente durare anni.
Vedremo cosa ci dirà il futuro prossimo, per una volta voglio essere ottimista.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •