Paolo Bettini preannuncia una rivoluzione tecnologica

Pubblicato il autore: francesco agostini Segui

Paolo Bettini

potrebbe interessarti ancheCiclismo, ecco il piano per salvare il Team Sky. Intanto Thomas riapre le porte al Giro 2019

Paolo Bettini preannuncia una grande rivoluzione tecnologica. L’ex campione olimpico dei Giochi di Atene del 2004, oggi membro della Commissione tecnica della Lega professionistica, si è espresso a favore di un ammodernamento consistente del mondo del ciclismo, secondo lui ancora molto arretrato. L’oggetto della rivoluzione tecnologica, secondo Paolo Bettini, saranno i percorsi di gara. Ecco le parole, lucide e lungimiranti, dell’ex campione toscano: “Ormai tutto viaggia su tablet, smartphone, gps  ed è ora che anche il ciclismo italiano si metta al passo con i tempi. Al riguardo vogliamo sensibilizzare gli organizzatori, aiutare chi già non lo ha fatto a modernizzarsi. Percorsi, altimetrie, tabelle di marcia: tutto deve diventare fruibile con un semplice clic. Così il pubblico può sapere facilmente da dove passa una corsa, a che ora. E un amatore, scaricando i dati, può rifare lo stesso percorso, confrontare i suoi dati. Ci dobbiamo solo sedere a un tavolo con tutte le parti in causa e partire.” (La Gazzetta dello Sport). Paolo Bettini e la Commissione tecnica della Lega professionistica, presieduta da Roberto Mauri, Cristian Salvato, Valerio Tebaldi, Enzo Ghigo, Oscar Pellicioli e Stefano Piccolo, hanno così gettato un ponte tra il pubblico e il ciclismo, che sarà ancora più fruibile e vicino ad appassionati e tifosi. Chi segue avidamente questo sport sarà in grado di sapere con precisione quando i ciclisti passeranno in un determinato punto del percorso e sarà in grado di trovarsi al posto giusto al momento giusto con estrema facilità. Non solo: Paolo Bettini e soci hanno pensato anche all’amatore che intende mutuare nel suo piccolo le gesta degli sportivi professionisti: come è evidente dalle sue parole, la rivoluzione tecnologica permetterà a chiunque di poter confrontare tutti i dati dopo aver rifatto il percorso.

potrebbe interessarti ancheCiclismo, Vincenzo Nibali: nel 2020 addio alla Bahrain-Merida? intanto si avvicina la Trek-Segrafedo

Uniformare la cartellonistica di tutte le corse ciclistiche professionistiche

Ecco il secondo punto della Commissione tecnica della Lega professionistica espresso da Paolo Bettini: Uniformare la cartellonistica di tutte le corse ciclistiche professionistiche italiane e modernizzare l’aspetto della comunicazione. Il toscano ha spiegato, a Camaiore, poco prima della cinquantunesima edizione della Tirreno-Adriatico, il progetto:
Non vogliamo mettere troppa carne al fuoco e annunciare chissà quali novità. Ma crediamo che entro il 2016 si possano già concretizzare almeno due progetti. Penso innanzitutto alle segnalazioni delle corse: uniformando grafica, colori, scritte, si abituerebbe il pubblico a riconoscere subito il passaggio di una corsa professionistica. I tifosi saprebbero riconoscere più facilmente località di ritrovo, partenza, arrivo, le zone riservate ai corridori, quelle per il pubblico.” (La Gazzetta dello Sport). La rivoluzione di Paolo Bettini e soci appare molto concreta e a portata di mano: nulla di trascendentale, dunque, ma un passo in più verso il futuro di un grande sport di massa. Nonostante lo strapotere calcistico, infatti, il ciclismo, e qui da noi il Giro d’Italia, muove ancora tantissimo pubblico, sempre molto caldo ed esigente. Proprio per questo motivo, Paolo Bettini si fa portavoce di un rinnovamento assolutamente necessario se si vuole stare al passo coi tempi, sempre propositivi e attenti al nuovo. Ben fatto, Paolo Bettini, continua così!

notizie sul temaL’Airone volò via da solo, il suo nome…Fausto CoppiCiclismo: il team Sky annuncia che Froome e Thomas non parteciperanno al Giro d’ItaliaCiclismo: Il programma delle gare di Nibali nella prima parte del 2019
  •   
  •  
  •  
  •