Tirreno Adriatico 2018 oggi Tappa 6, l’ultima volata: percorso, favoriti e dove vederla in tv e streaming

Pubblicato il autore: Luca Santoro Segui


Penultimo appuntamento con la Tirreno Adriatico 2018 con una tappa, la numero 6, che rappresenta l’occasione finale per i velocisti per portarsi a casa una vittoria nella corsa dei due mari.
La Numana – Fano è la tappa più breve dell’edizione di quest’anno e non si distingue per la difficoltà: l’ideale insomma per recuperare il fiato dopo un weekend tra salite e muri (e l’omaggio a Michele Scarponi in una festosa Filottrano gremita di tifosi nella giornata di ieri), in vista del gran finale di domani che chiuderà definitivamente il discorso della classifica generale, consegnandoci il vincitore della Tirreno Adriatico numero 53.
Ricordiamo che l’attuale leadership (che tale dovrebbe rimanere anche stasera, salvo sconvolgimenti o fughe bidone) appartiene a Michał Kwiatkowski: una ideale staffetta in casa Sky tra il polacco e Geraint Thomas, detentore della maglia azzurra prima che sabato sul Sassotetto scivolasse sulle spalle di Damiano Caruso della BMC.
Vediamo nel dettaglio il percorso, i favoriti e la programmazione tv della tappa numero 6 della Tirreno Adriatico 2018.

Tirreno Adriatico 2018 oggi Tappa 6: il percorso della Numano – Fano

Tappa interlocutoria che come abbiamo detto dovrebbe consentire agli sprinter di dire la loro per l’ultima volta in questa Tirreno Adriatico, la Numana – Fano si svolge su 153 km con un circuito finale da percorrere due volte ed un percorso abbastanza mosso nei primi 110 km, per poi concludersi con un tratto finale piatto. La città traguardo di tappa, tra l’altro, ha ospitato l’ultima volta un traguardo di tappa in occasione del Giro d’Italia 2012, in una frazione sempre per velocisti partita da Modena e vinta da Mark Cavendish.
Partenza dalla località sulla Riviera del Cornero, in provincia di Ancona, per dirigersi nell’entroterra e ritornare sulla costa verso la città di Fano, nella provincia di Pesaro e Urbino, nota per un carnevale dalla tradizione antica e per aver ospitato sino a qualche anno fa il festival Il Violino e la Selce, curato da Franco Battiato ed una delle rassegne musicali più prestigiose e ricercate d’ Italia.
Due GPM non impegnativi, rintracciabili ad Offagna dopo i primi 30 km e ad Ostra superati 70 km, ed altrettanti traguardi volanti, a Jesi (km 59,2) e nel finale verso Fano (km 127,4).
Gli ultimi 40 km saranno completamente piatti e condurrano verso il circuito conclusivo di 12,8 km nella zona di Fano, tra la SS16 e l’interno, e che conduce al traguardo di tappa dentro la città.

Tirreno Adriatico 2018 oggi Tappa 6: i favoriti

Il finale della Numana – Fano è un invito a nozze per i velocisti, ma i primi 110 km sono adatti ad una fuga da lontano in cui presumibilmente vedremo ancora una volta le wild card mettersi in mostra, come la Wilier Triestina (con Jacopo Mosca, maglia arancione in testa nella classifica a punti, che si è ben distinto nelle fughe della Tirreno Adriatico 2018), la Israel Cycling Academy o la Nippo Vinit Fantini di Nicola Bagioli, sorpresa di quest’anno ed attuale leader della classifica scalatori. Quasi certamente i giochi per la generale saranno rimandati comunque a domani, salvo improbabili fughe bidone spinte dalla tentazione di sovvertire già oggi una classifica generale molto corta.
Escludiamo perciò casi eccezionali come quello appena citato, o imprese di corridori che partono da lontano e beffano il gruppo con un distacco incolmabile sino agli ultimi chilometri o in un attacco a sorpresa nel finale (ovvero una fagianata, per dirla in gergo) e restringiamo il discorso dei favoriti agli sprinter puri, che faranno una delle ultime prove generali in vista della Milano Sanremo.

potrebbe interessarti ancheKwiatkowski vince la Tirreno-Adriatico, crono conclusiva a Dennis

Il primo nome è ovviamente quello di Marcel Kittel, il vincitore dell’altra volata della Tirreno Adriatico 2018 in occasione della seconda tappa. Il tedesco della Katusha Alpecin ha iniziato la stagione in sordina, cercando di prendere le misure e trovare la sua giusta dimensione nel nuovo team dopo i due anni passati alla Quick Step. Il suo 2018 è iniziato in maniera molto deludente rispetto alle stagioni passate, e le zero vittorie nelle occasioni di sprint accumulate prima di approdare nella corsa dei due mari potevano far credere che la sua stella si fosse appannata. Nulla di vero, Kittel c’è ed è ancora uno dei velocisti più forti del pianeta, se non il più forte come ha dimostrato nella tappa di Follonica.
Segue nel borsino Fernando Gaviria (Quick Step Floors): il colombiano non ha preso benissimo il finale della seconda tappa, in cui ha terminato settimo nella volata. Scagliatosi contro presunti non sprinter e contro le condizioni del percorso, Gaviria dovrà cogliere l’occasione di oggi per ribadire il suo status al di là della tripletta di vittorie alla Oro y Paz nella sua Colombia. In casa Quick Step Floors l’altra pedina da muovere oggi è quella di Maximiliano Richeze.

Attenzione anche a Peter Sagan (Bora Hansgrohe), ancora a secco di vittorie nella Tirreno Adriatico 2018 e alla risorsa negli sprint della Mitchelton-Scott Caleb Ewan. Altri nomi di peso in cerca di vittoria sono quelli di Edvald Boasson Hagen (Dimension Data), su cui ricade la responsabilità delle volate dopo la squalifica di Mark Cavendish, e più defilati tra i favoriti Nikias Arndt (Team Sunweb), Patrick Bevin (BMC), Danny van Poppel (LottoNL-Jumbo) e l’outsider Eduard Grosu (Nippo-Fantini), capace di concludere lo sprint di Follonica nei primi dieci.

potrebbe interessarti ancheFernando Gaviria, la caduta alla Tirreno-Adriatico e la prognosi del corridore [VIDEO]

Ben nutrita la pattuglia di italiani capaci di essere competitivi in volata, dopo il forfait dello sfortunato Giacomo Nizzolo (Trek Segafredo) che lascia la Tirreno in corsa per via di un problema al ginocchio. Jakub Mareczko (Wilier Selle Italia) è in costante crescita ed è uno dei nostri connazionali più in vista dopo essersi classificato sesto al traguardo dello sprint della seconda tappa; altri nomi forti di casa nostra sono quelli di Sonny Colbrelli (Bahrain Merida), Sacha Modolo (Team EF Education First-Drapac), Kristian Sbaragli (Israel Cycling Academy), Davide Cimolai (Groupama-FDJ) e, a proposito di giovani talenti in crescita, il pistard Simone Consonni (UAE Emirates).

Tirreno Adriatico 2018 oggi Tappa 6: programmazione tv

La penultima tappa della Tirreno Adriatico 2018 sarà visibile sulla Rai con la prima diretta sui canali 57 e 58, ovvero Rai Sport + HD e Rai Sport, a partire dalle ore 13.05; successivamente la linea passerà eccezionalmente su Rai 3 dalle ore 15.15. Consueto streaming su Rai Play.
Per quanto riguarda la pay tv, su Eurosport 1 la gara verrà trasmessa live dalle 13.30. Streaming su Eurosport Player.

notizie sul temaTirreno Adriatico 2018 oggi tappa 7, la cronometro decisiva: percorso, favoriti, diretta TV e streamingTirreno-Adriatico, le parole di Nibali e Landa per Michele Scarponi. Filottrano, un arrivo ricco di emozioni [VIDEO]Tirreno-Adriatico 2018, oggi tappa 5: Castelraimondo – Filottrano, nel ricordo di Michele Scarponi
  •   
  •  
  •  
  •