F1, GP D’Italia :ufficiale il rinnovo fino al 2024

Pubblicato il autore: Matty Dalmi Segui

Dopo tre anni di trattative , finalmente è ufficiale. IL GP D’Italia sarà presente nel calendario del mondiale di F1 fino al 2024. L’accordo è stato formalizzato dal presidente della Fia Jean Todt, dal Ceo della F1 Chase Carey  e dal presidente dell’Aci Angelo Sticchi Damiani

potrebbe interessarti ancheFormula 1, Gp di Austin: Hamilton si prepara al sesto titolo, la Ferrari cerca il riscatto.

La storia del circuito brianzolo

potrebbe interessarti ancheFormula 1, Ferrari. Dichiarazioni dei piloti dopo il gran premio del Messico

Quest’anno si svolgerò l’edizione numero 90 del GP D’Italia , pensate a quanta storia è inclusa in questo magico luogo. Quanti trionfi e quante delusioni e persino quanti eventi  tragici sono accaduti a Monza. Nel 1922 , l’automobile club di Milano  sull’onda del grande entusiasmo che le corse iniziano a riscuotere decide di far costruire un impianto permanente all’interno del bellissimo parco: l’autodromo di Monza.
Il progetto è dell’architetto  Alfredo Rosselli , la posa della prima pietra avvenne per mano di due grandi ambasciatori dell’automobilismo: il pilota Felice Nazario e Vincenzo Lancia, il circuito venne realizzato in soli 110 giorni.L’autodromo nazionale di Monza venne inaugurato il 10 settembre 1922, quando si disputa la seconda edizione del GP automobilistico d’Italia , a vincere fu  Pietro Bordino al volante della Fiat 804 con il motore a 6 cilindri. Le velocità sul tracciato di Monza aumentano di anno in anno e così all’inizio del 1930 arrivano le prime modifiche all’autodromo, seguite da quelli del 1938 proprio l’anno in cui a vincere il GP d’Italia fu il mantovano volante Tazio Nuvolari. Le curve sopraelevate  sarebbero state abbattute e sarebbero sorti i nuovi box e la nuova tribuna d’onore. Il secondo conflitto mondiale porta alla sospensione di tutte le gare automobilistiche ma il momento più difficile per l’autodromo arriva alla fine della seconda guerra mondiale , nel luglio 1945 sul rettilineo principale ebbe una para di carri armati che andarono praticamente a distruggere l’asfalto . Il ripristino integrale dell’autodromo è del 1948  e da allora il numero delle gare continua a crescere , Alberto Ascari  e Juan Manuel Fangio si aggiudicarono i Gran Premi d’Italia dal 1948 al 1955. Nel 1955 ci fu una grande svolta: vien deciso di ripristinare un circuito di ben 10 km diviso fra percorso stradale e alta velocità, furono ricostruite lo sopraelevate e nacque la curva “Parabolica” e proprio nella curva parabolica nel 1961 ebbe luogo uno degli incidenti più drammatici della storia della F1. Il pilota della Ferrari Wolfang Won Trips finì fuori pista e con lui morirono undici spettatori. Dal 1959 al 1972 ci furono numerose modifiche:  tutte volte a migliorare la sicurezza dell’autodromo tra queste anche le numerose varianti che rendono oggi l’autodromo di Monza unico nel suo genere. Il 1988 fu un anno terribile per la Ferrari , muore il suo storico il “Drake” Enzo Ferrari ma poche settimane dopo i piloti del cavallino Gerard Berger e Michele Alboreto conquistano a Monza una fantastica doppietta. I primi anni 2000 vedono Michael Schumacher e Rubens Barrichello con le loro Ferrari protagonisti assoluti a Monza con ben 4 vittorie su 5 gare. L’ultima vittoria della Ferrari sul circuito di Monza risale al 2010 con Fernando Alonso ma i ferraristi possono ben sperare , se vediamo le ultime 9 edizioni del GP d’Italia Sebastian Vettel si è dato “il cambio” con il suo rivale Lewis Hamilton. Questo rinnovo fino al 2024 è una grande notizia per il pubblico ferrarista e non solo che fino al 2024 potrà contare su un grande evento.

notizie sul temaF1, GP Messico 2019: Hamilton fa sua l’83ª vittoria della carriera e avvicina il Mondiale. 2° Vettel, 4° LeclercF1, Qualifiche GP Messico 2019: Leclerc in pole position dopo l’arretramento di VerstappenF1, Gp del Giappone. Ferrari: dichiarazioni e analisi post gara
  •   
  •  
  •  
  •