All Blacks padroni anche di Twickenham: battuti i Barbarians 31-22

Pubblicato il autore: LORENZO DI COLA Segui

Non basta un’ottima ora di gioco dei Barbarians a fermare gli All Blacks, che rimontano lo svantaggio iniziale e chiude il match di Londra sul 31-22. Nonostante un Twickenham molto caloroso ma non del tutto esaurito (62.000 spettatori), non mancano spettacolo e colpi di scena.
L’inizio della sfida vede la difesa neozelandese in palese difficoltà, con i Barbarians che approfittano marcando ben due mete nel primo quarto d’ora, rispettivamente ad opera di Mo’unga e Luatua. Nonostante un momentaneo riavvicinamento degli All Blacks arrivato grazie alla meta non trasformata di Naholo, i Barbarians continuano a dimostrarsi un’importante spina nel fianco per la difesa neozelandese e, dopo un clamoroso intercetto ed una meta sfiorata con Luatua, tornano a segnare con Fifita chiudendo il primo tempo sul punteggio di 17-10.

Al rientro dagli spogliatoi gli All Blacks iniziano a giocare da All Blacks e nel giro di 6 minuti mettono al sicuro il risultato marcando ben tre mete (Laumape, Sam Cane e Taylor). Nonostante la vittoria in tasca ed il punteggio messo in ghiaccio sul 31-17, nel finale la squadra neozelandese subisce la marcatura dell’estremo George Bridge da cui scaturisce il 31-22 finale.
Il match di Twickenham, purtroppo, non vede tra i propri protagonisti il nostro connazionale Simone Favaro, inizialmente incluso tra i convocati previsti per l’incontro odierno.

I Barbarians torneranno in campo il prossimo Venerdì (10 Novembre) ed affronteranno Tonga nello stadio del Munster in Irlanda.
Gli All Blacks invece voleranno a Parigi, dove Sabato 11 Novembre affronteranno la Francia allo Stade de France.

La prossima settimana sancirà anche l’esordio nei test match per la Nazionale italiana, che scenderà in campo contro le Fiji allo Stadio Massimino di Catania.

  •   
  •  
  •  
  •