Atp Cincinnati 2018 risultati 13 agosto: Djokovic, Wawrinka e Nishikori al secondo turno, fuori Isner e Murray

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui
MELBOURNE, AUSTRALIA - JANUARY 16: Novak Djokovic of Serbia plays a backhand in his first round match against Donald Young of the United States on day two of the 2018 Australian Open at Melbourne Park on January 16, 2018 in Melbourne, Australia. (Photo by Clive Brunskill/Getty Images)

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Nella giornata di ieri del Western & Southern Open di Cincinnati si sono giocati molti incontri di primo turno molto interessanti come quella tra i Next Gen Tiafoe e Shapovalov, con quest’ultimo che dopo una battaglia durata due ore e 18 minuti ha avuto la meglio in tre combattuti set prendendosi la rivincita per la sconfitta in semifinale a Delray Beach del febbraio scorso. Nel decisivo parziale l’americano ha avuto la grande possibilità di vincere andando a servire sul 5-4 ma qui ha incominciato a commettere parecchi errori subendo due break consecutivi e consegnando di fatto il match al canadese più preciso nei movimenti decisivi del match e anche nel servizio che gli ha portato in dote l’81% di punti con la prima.

Continua la lenta ripresa di Wawrinka in tabellone con una wild card, che batte la testa di serie numero 12 Schwartzman spuntandola 6-3 al terzo set in quasi due ore di gioco; lo svizzero ha avuto nel servizio un alleato importante con il 79% di punti con la prima con sei ace; superato l’ostacolo argentino ora affronterà al secondo turno un altro redivivo del circuito, Nishikori, che superato Rublev in due set, dove nel primo parziale l’ha visto andare avanti subito 3-0 ma qui come spesso accade il giapponese si è addormentato rimettendo in corsa il suo avversario che sul 5-4 riesce a strappargli il servizio, ma Rublev non ne ha approfitta subendo a sua volta il contro break sul 5-5 che alla fine gli è costato il primo set chiuso da Nishikori per 7-5. Nel secondo parziale l’ottavo game si è rilevato determinante con il break decisivo del nipponico che riesce a chiudere per 6-3.

Molto bello anche il derby americano tra Isner (testa di serie numero 9) e Querrey con la vittoria di quest’ultimo che si è imposto in tre combattuti set. Dopo il 6-4 del primo set da parte del numero 33 del mondo, Isner è riuscito ad imporsi nel secondo parziale al tie break concluso per 7-5, mentre nel terzo e decisivo parziale Querrey sembrava volare verso la vittoria quando sul 5-3 ha servito per il match, ma qui è stato bravo il suo avversario a fare il contro break e portare la contesa al tie break finale che visto Querrey questa volta rimanere sul pezzo e vincere la contesa. (7 punti a 5 il tie break). Come era facile prevedere, partita dominata dai servizi (87% di punti con la prima di servizio per Querrey, 82% per Isner ) con 26 ace per il vincitore e ben 38 per lo sconfitto.

potrebbe interessarti ancheTennis, Masters 1000 Indian Wells: il programma del terzo turno. Spicca il derby elvetico Federer-Wawrinka

Bene anche Djokovic tornato ormai ad alti livelli e che potrebbe beneficiare del forfait di Nadal che poteva essere il suo avversario negli eventuali quarti di finale. Ieri il serbo ha battuto lo statunitense Johnson sempre ostico sul cemento; nel primo set Djokovic è stato bravo a fare subito il break che gli ha permesso di vincere il primo set per 6-4, mentre nel secondo il serbo è riuscito subito a portarsi sul 3-0, ma qui il tennista di casa è stato bravo a rimontare andando addirittura sul 4-3 a proprio favore. L’ex numero 1 del mondo è rientrato bene nel match, ma non è riuscito subito a chiudere i conti, vedendosi annullare la bellezza di otto match point prima di chiudere per 7-4 il tie break del secondo set.

L’unico azzurro in tabellone era Marco Cecchinato che nel match d’esordio giocato domenica contro Mannarino ha ceduto in tre set in due ore e 21 minuti di gioco. L’italiano era riuscito a vincere il primo set al tie break chiuso per 9-7, poi il francese nel secondo parziale con due break riusciva a pareggiare i conti portando l’incontro al terzo e decisivo parziale, concluso anche questo al tie break dove l’italiano ha sciupato un match point sul 6-5 per poi cedere 9-7 sprecando una buona occasione per andare al secondo turno.

Negli altri incontri principali di primo turno, avanti le teste di serie Carreno Busta, Edmund, Pouille che hanno eliminato rispettivamente Gasquet, McDonald e Murray, con quest’ultimo ancora lontano parente del giocatore di due anni fa.
Da segnalare infine nei due match tra spagnoli e francesi, Paire-Ferrer e Chardy-Verdasco, la vittoria dei due tennisti galletti che hanno dominato la contesa dall’inizio alla fine.

potrebbe interessarti ancheTabellone Masters 1000 Indian Wells: Djokovic-Nadal possibile finale. Cecchinato e Fognini guidano la pattuglia italiana

Di seguito i risultati di primo turno:

Mannarino-Cecchinato 6-7 (7), 6-2, 7-6 (7)
Querrey-Isner 6-4, 6-7 (5), 7-6 (5)
Djokovic-Johnson 6-4, 7-6 (4)
Wawrinka-Schwartzman 6–2, 4-6, 6-3
Carreno Busta-Gasquet 6-3, 2-6, 6-3
Edmund-McDonald 6-3, 6-2
Pouille-Murray 6-1, 1-6, 6-4
Chardy-Verdasco 6-2, 6-1
Gojowczyk-Sousa 2-6, 6-4, 7-5
Klahn-Marterer 7-6 (1), 6-4
L.Mayer-Mmoh 6-4, 1-6, 6-4
Nishikori-Rublev 7-5, 6-3
Paire-Ferrer 6-2, 6-2
Shapovalov-Tiafoe 7-6 (6), 3-6, 7-5

notizie sul temaTennis, Ranking Atp: Djokovic sempre più numero 1, Federer scende al sesto postoDjokovic-Nadal 6-3, 6-2, 6-3 (Video Highlights): per il serbo settimo successo a MelbourneDjokovic-Pouille 6-0 6-2 6-2 (Video Highlights Australian Open 2019): il serbo in finale contro Nadal
  •   
  •  
  •  
  •