Caos Mens Sana Siena, si dimette il CDA

Pubblicato il autore: Jessica C Segui

mens-sanaA seguito della riunione tenutasi ieri dalla giunta della Polisportiva Mens Sana, il presidente Lorenzo Marruganti, ha dato le sue dimissioni. Il vice presidente Saccone si ritrova pertanto a coprire i due mesi che restano prima delle prossime elezioni.
La Mens Sana sta attraversando un periodo di crisi finanziaria, dopo aver consumato i soldi degli abbonamenti e degli sponsor. Purtroppo al momento non è stato trovato uno sponsor che possa ricoprire le spese per la seconda parte di stagione.
Il sindaco di Siena, Valentini, non ha preso molto bene le dimissioni di Ricci e si è giustificato sostenendo di aver fatto tutto il possibile per dare una mano ai vertici della Mens Sana.

I tifosi sono giustamente arrabbiati e vogliono delle delucidazioni a riguardo. I vertici della Mens Sana hanno dichiarato che nei prossimi giorni daranno tutte le spiegazioni necessarie. Anche se solo con un investimento di 47000 euro, il capitale con la quale è stata costituita la Mens Sana, non si può pretendere di più, non se giochi nella serie A2.

Leggi anche:  Playoff NBA 2021: i Clippers raggiungono i Suns nella finale dell'Ovest

Ecco il comunicato postato sul sito della Mens Sana Basket:

“Il Presidente del CdA della S.S.D. a r.l. Mens Sana 1871, Lorenzo Marruganti, ed i consiglieri Francesco Panichi, Stefano Inturrisi e Duccio Carapelli, hanno comunicato ai soci le proprie dimissioni dalle cariche rispettivamente ricoperte.

La sofferta decisione trova motivo nell’impossibilità di proseguire il mandato, assolto per puro spirito di servizio ed attaccamento ai colori della Mens Sana, in assenza delle risorse economiche e finanziarie necessarie ad una corretta e proficua gestione della società. E’ noto infatti che, nonostante gli sforzi profusi dalla Polisportiva Mens Sana in Corpore Sano e dall’intero C.d.A., non è stato individuato alcun soggetto interessato a candidarsi come main sponsor della società né a rilevarne parte delle quote sociali.

La decisione dei dimissionari è resa ancora più amara dalla constatazione che, fino a quando le risorse a disposizione lo hanno permesso, sono stati allestiti uno staff efficiente ed una squadra di ottimo livello sportivo che oggi risiede stabilmente ai vertici della classifica del campionato di A2.

Purtroppo l’attuale situazione economica generale e lo scarso interesse per il basket a livello nazionale uniti ad un sostanziale disinteresse delle istituzioni e dell’imprenditoria locali hanno vanificato mesi e mesi di duro lavoro costringendo gli amministratori dimissionari a prendere atto dell’assenza delle condizioni per continuare ad assolvere il mandato ricevuto.

L’attuale Consiglio di Amministrazione proseguirà nella gestione ordinaria fino a quando l’assemblea dei soci non nominerà i loro sostituti; Marruganti mantiene la carica di Direttore Sportivo”.

 

  •   
  •  
  •  
  •