Nba, I Raptors si confermano sorpresa battuti anche gli Spurs

Pubblicato il autore: Mimmo Visconte Segui

nba playoff 2016Due anni e quaranta giorni, tanto hanno dovuto aspettare i Toronto Raptors per ritornare a battere in casa i San Antonio Spurs, nella partita più attesa della notte Nba appena trascorsa. All’Air Canada Center, i padroni di casa l’hanno spuntata per 86-83 e sono stati letteralmente trascinati non è una novità da Demar DeRozan, 21 punti, sette rimbalzi e sei assist. ma anche Kyle Lowry al rientro da un infortunio è stato determinante sopratutto da tre punti con 4/9 e 8/16 dal campo. I texani, orfani di Manu Ginobili, Rudy Gay e sopratutto Kwanki Leonard, si sono aggrappati alla classe di Lamarcus Aldridge, nonostante sia partito con percentuali al tiro disastrose almeno nel primo periodo, poi chiuderà con 17 punti e quattordici rimbalzi. I canadesi a trenta secondi dalla fine del match erano in vantaggio di + 8 subiscono un parziale di 0-5, e si ritrovano a tre punti di distacco, ma gli Spurs la disperata tripla che sarebbe valsa il pari con il conseguente overtime. Le mura amiche, sono un fattore per i Raptors 17 vittorie casalinghe fino a questo momento a fronte di sole tre sconfitte, il secondo miglior record di tutta la lega. E’l’ottava volta in cui la franchigia canadese riesce a vincere tenendo gli avversari sotto i 90 punti segnati. Gli Spurs ora, giocheranno in casa otto delle prossime nove partite in calendario, dopo un ciclo di trasferte terribili, che per nove volte negli ultimi undici match giocati li ha portati lontano dal Texas con un rendimento altalenante, ma ora la squadra di coach Greg Popovich, potrà risalire in casa, visto che finora ha diciannove vittorie all’attivo e due sconfitte su ventuno partite interne disputate.

Gli altri risultati Nba del 19/1/2018
Miami Heat – Brooklyn Nets 95-101; ( Agli Heat non bastano i 22 punti e 13 rimbalzi, con due assist di Hassan Whiteside)
Detroit Pistons – Washington Wizards 112-121; (Kelly Oubre jr, trascina i capitolini con 26 punti, cinque rimbalzi e un assist in 31 minuti giocati sui 48 canonici).
Memphis – Sacramento Kings 106-88; (Dillon Brooks trascinatore con 22 punti e tre rimbalzi)
Denver Nuggets – Pheonix Suns 100 -108; (Devin Booker determinante con 30 punti cinque rimbalzi e altrettanti assist
Utah Jazz – New York Knicks 115-117; (Tim Hardway jr. Mvp con 31 punti, cinque rimbalzi e tre assist) 
Los Angeles Lakers – Indiana Pacers 99-86; (Jordan Clarkson Mvp con 33 punti, sette rimbalzi e altrettanti assist)

  •   
  •  
  •  
  •