Kobe Bryant vince il Premio Oscar con il corto animato Dear Basketball

Pubblicato il autore: Simone Iannnello Segui


Nella notte della 90 esima edizione degli Oscar, Kobe Bryant ha portato a casa un nuovo trofeo e in questo caso non è il titolo di MVP della Nba ma un Oscar come miglior corto animato. Kobe, leggendaria star in maglia Lakers e di team Usa, è stato premiato dall’Academy Awards per il suo contributo al corto di animazione “Dear Basketball“, Storia basata sulla sua lettera di addio al basket del 2015. Bryant, come Executive producer, ha accettato la statuetta insieme all’animatore della Disney Glen Keane, il quale ha contribuito all’animazione della storia.

Kobe, visibilmente emozionato, ha affermato sul palco: ” Io non so quanto ciò possa essere possibile. Voglio dire,che come giocatori di basketball, il mio compito sarebbe solo di stare zitto e palleggiare, ma sono grato di essere di poco più di questo.”Kobe, ha ringraziato la sua famiglia e ha chiuso con alcune parole d’amore per i suoi cari in italiano, la lingua del luogo della sua infanzia. Kobe con le sue parole ha voluto mostrare supporto per la star dei Cleveland Cavaliers Lebron James, fortemente criticata per il suo impegno civile e politico da una giornalista di Fox News, Laura Ingraham, che avrebbe detto durante una trasmissione proprio a Lebron di stare zitto e continuare a palleggiare, tenendo per se le sue opinioni politiche.

Leggi anche:  Basket, Italia-Macedonia del Nord streaming e diretta tv in chiaro? Dove vedere Qualificazioni Europei 2022

Bryant, 39 anni, 5 volte campione Nba, ha concluso il suo discorso dicendo che la sua famiglia è la sua ispirazione, infatti la giovane figlia di Kobe, Gianna avrebbe spinto l’ex Laker ha gettarsi in questa avventura.

  •   
  •  
  •  
  •