Basket serie A2 girone Est: la Pompea Mantova aggancia la vetta del girone con una grande prestazione

Pubblicato il autore: Francesco Grandi Segui

Sfida di alta classifica a Mantova tra Pompea e Old Wild West Udine per la 10 giornata di regular season, ecco la cronaca del match

Primo quarto
Partenza punto a punto nella prima parte del periodo con le squadre che si affrontano a viso aperto: rompe l’equilibrio una penetrazione di Clarke per la Pompea, canestro + tiro libero, punteggio a 5.48 dal termine 14-7 per i virgiliani. Lo segue Lawson con una bella tripla, già 8 punti per lui, 17-10 sempre in favore dei biancorossi. partiti con notevole grinta nonostante l’assenza forzata di Visconti. Anche Ghersetti entra in partita con un’altra tripla, 22-10, Mantova scatenata per il momento, Udine sta a guardare per ora. Molte rotazioni soprattutto per Mantova molti giovani in campo, ma la Pompea per ora tiene un vantaggio di +12, 30-18 il finale di quarto in favore dei virgiliani, per Udine primo periodo difficile sia in deifesa che in attacco.

Secondo quarto
Vantaggio invariato nella prima parte del periodo, anzi è la Pompea che aumenta ancora il ritmo, 39-22 il punteggio a metà quarto: molti errori al tiro da parte di Udine che non riesce a trovare ritmo anche grazie  alla difesa mantovana. E’ comunque coach Finelli per i biancorossi a chiamare timeout, forse per far rifiatare il quintetto e chiarire le idee sugli ultimi due attacchi andati a vuoto: +16 Pompea al momento, Udine sta provando una difficile rimonta, ma la partita è ancora lunga, quindi nulla è compromesso. Piccolo calo della Pompea in attacco, prova ad approfittarne Udine con un mini recupero, 46-37 il punteggio in favore di Mantova a 1.30 dall’intervalo lungo. Cromer per Udine mette la tripla del -8, punteggio parziale 48-40 per la Pompea.

Terzo quarto
Clarke guida la Pompea in questo inizio di quarto, la squadra lo segue: anche i giovani danno il loro apporto in questa fase per i virgiliani, punteggio sempre 55-47 per i padroni di casa. Udine sembra avere un altro spirito in campo rispetto ai primi due periodi, ma la Pompea non ci sta a farsi recuperare per il momento: tripla di Ghersetti, recuperi palla di Raspino e magia sotto canestro di Clarke, riportano il punteggio sul +11, 60-49 a 4.17 dal termine del quarto. Udine cerca e trova la rimonta, Cromer guida i suoi che si mettono a -3, partita riaperta anche se non si è mai avuto la sensazione che fosse chiusa neanche sul +19 per la Pompea. Il match è diventato molto teso dopo il tecnico a coach Finelli, anche in campo i colpi non vengono risparmiati da entrambi i team.
Finisce il terzo periodo col punteggio di 66-59 per la Pompea, solo un punto recuperato da Udine .

Quarto periodo
Due triple di Lawson per iniziare il quarto, la Pompea allunga a +13 su Udine in 1 minuto e mezzo: i friulani approfittano però di un fallo antisportivo per un mini recupero, 72-66 con una tripla di Amato e un bel gancio di Antonutti, parziale di 0-7 per gli ospiti. Partita sempre aperta a qualsiasi risultato alla Grana Padano Arena davanti ad un bel pubblico caloroso come non mai. Ancora Amato che riporta a -3 i suoi, 74-71 a metà quarto:ormai la partita è punto a punto, è lotta tra americani Lawson contro Cromer, ma è Cortese che porta il pareggio ai friulani, 76-76 a 3 minuti dal termine e nella successiva tripla c’è il sorpasso, 78-79 dopo una rimonta lunga quasi quattro periodi.Clarke mette un tiro da 2 punti a 16 secondi dalla fine, palla in mano a Udine sul 84-81 per la Pompea. La partita si gioca sui liberi, Lawson li mette per Mantova e finisce con una grande vittoria per la Pompea 86 a 83 contro Udine

Pompea Mantova
Sarto, Colussa, Poggi, Raspino, Ferrara, Vigori, Ghersetti, Maspero, Epifani, Clarke, Tognoni, Lawson
Coach Finelli

Old Wild West Udine
Cromer, Amato, Antonutti, Fabi, Zilli, Cortese, Jerkovic, Bervely, Nobile, Penna
Coach Ramagli

  •   
  •  
  •  
  •