Eurolega, Olimpia Milano: le ultime tre gare casalinghe dei lombardi saranno giocate in campo neutro a porte chiuse

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

Nella giornata di ieri l‘Eurolega ha deciso che l’Olimpia Milano di coach Ettore Messina dovrà giocare le ultime tre gare casalinghe in campo neutro e a porte chiuse, questo per la grande emergenza Coronavirus che sta affliggendo l’Italia (e il resto del mondo) ma soprattutto la Lombardia, attualmente la regione più colpita.

Olimpia Milano, la situazione

Il match di stasera valevole per la 29.a giornata della regular season che vedeva la formazione lombarda ospitare i greci dell’Olympiacos Pireo, si disputerà domani sera alla Mercedes Benz Arena di Berlino rigorosamente a porte chiuse. Per quanto riguarda gli ultimi due match contro Asvel Villeurbanne (32.a giornata) e CSKA Mosca (34.a giornata), solamente nei prossimi giorni si saprà dove potranno essere giocate, anche se dalle prime voci si pensa che la città possa essere Kaunas (Lituania). Ovviamente se nelle prossime settimane la situazione andrà a peggiorare, è molto probabile che la competizione possa essere fermata.

Questo il comunicato dell’Eurolega: “Come conseguenza del costante monitoraggio dell’epidemia legata al Covid-19, seguendo le indicazioni delle autorità locali e dell’Organizzazione Mondiale ella Sanità, l’Eurolega è costretta a sospendere temporaneamente tutte le partite programmate in Italia fino all’11 aprile”.

Segafredo Virtus Bologna-Reyer Venezia

Ma queste limitazioni non sono state adottate solamente per l’Olimpia Milano, ma anche per le altre due formazioni italiane impegnate ancora in Eurocup, ovvero Segafredo Virtus BolognaReyer Venezia, che in gara 2 dei quarti di finale (al meglio delle tre sfide) in programma venerdì 20 marzo, incontreranno rispettivamente i francesi del Monaco e gli spagnoli del Malaga. Anche qui nei prossimi giorni si dovrà decidere dove disputare i match ricordando che il campionato di Serie A di basket è attualmente fermo e ancora non si sa quando e soprattutto se potrà ricominciare.

  •   
  •  
  •  
  •