NBA: Lebron James sarà free agent, 76ers e Lakers favoriti

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui
OAKLAND, CA - DECEMBER 25: LeBron James #23 of the Cleveland Cavaliers reacts towards his teammates after the Golden State Warriors scored a basket during an NBA basketball game at ORACLE Arena on December 25, 2017 in Oakland, California. NOTE TO USER: User expressly acknowledges and agrees that, by downloading and or using this photograph, User is consenting to the terms and conditions of the Getty Images License Agreement. (Photo by Thearon W. Henderson/Getty Images)

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

La decisione di Lebron James può sconvolgere gli equilibri della prossima stagione NBA: infatti il campione dei Cleveland Cavaliers ha confermato di rinunciare alla sua “player option” (un altro di anno da lui attivabile) con la squadra dell’Ohio, rinunciando all’ultimo anno e lasciando 35,6 milioni di dollari e dal 1 luglio può firmare con qualunque squadra voglia anche se fino al 7 luglio non potranno essere ufficializzati i movimenti di mercato.

Ovviamente il numero 23 di Cleveland può andare solamente in squadre che hanno lo spazio salariale per poterlo comprare e in questo momento sono due le squadre favorite: i Philadelphia 76ers e i Los Angeles Lakers; i primi partono favoriti perchè la base della squadra è molto buona come dimostrato in questa stagione al contrario dei californiani impiegati nell’ennesima stagione di ricostruzione dopo un altro negativo, tant’è che sono parecchi giorni che i gialloviola stanno cercando di convincere i San Antonio Spurs a cedere il loro talento Kawhi Leonard ormai separato in casa, per costruire le basi per una buona stagione.

Ma un altro punto che favorirebbe i 76ers è la conference, infatti da anni the “kingJames ad Est la fa da padrone e quindi rimarrebbe ancora una volta il favorito per combattere lo strapotere dei Golden State Warriors tre volte campioni NBA nelle ultime quattro stagioni.

La franchigia californiana potrebbe giocare la carta Magic Johnson che da presidente del club potrebbe fare opera di convincimento e partire proprio dal campione dei Cavs per cominciare una nuova era che a Los Angeles sponda Lakers aspettano ormai da tanti anni. Un’altra opzione percorribile è che firmi con la sua attuale franchigia al massimo salariale e poi essere scambiato per asset (scambi) in grado di permettere al g.m. dei Cavaliers Koby Altman di riprogrammare il futuro della franchigia dell’Ohio.
In questo caso i Boston Celtics e gli Houston Rockets che non hanno elasticità seriale sufficiente, potrebbero essere in lizza per il grande colpo grazie agli scambi.

Un’ultima opzione, che in questo momento sembra difficile, è proprio la sua squadra attuale, i Cavaliers: perchè mentre le altre squadre non possono andare oltre un quadriennale da 152,38 milioni di dollari a stagione, Cleveland può offrire a LeBron un quinto anno di contratto che porterebbe il totale dei suoi ingaggi a 205 milioni di dollari; comunque le sensazioni che si hanno da oltreoceano è che entro la fine della prossima settimana il tre volte campione NBA farà la sua scelta definitiva.

  •   
  •  
  •  
  •