Lega Basket Serie A: riscatto Reggio al PalaDozza, Avellino prova il bis a Milano

Pubblicato il autore: Giacomo Garbisa Segui
Una fase di Avellino-Torino (fonte credits ufficio stampa Auxilium Torino)

Una fase di Avellino-Torino (fonte credits ufficio stampa Auxilium Torino)

Riscatto Reggio Emilia che, nell’anticipo della seconda giornata di Lega Basket Serie A, supera 86-80 Sassari nella riproposizione della finale scudetto di due stagioni fa, decisa a gara7 con la vittoria dei sardi che espugnarono il PalaBigi. Stavolta si gioca al PalaDozza di Bologna e il colpo d’occhio nel vedere la casa del basket felsineo colorata di biancorosso fa il suo effetto. L’esordio «in casa» porta bene ai ragazzi di coach Menetti che piegano una sciupona Dinamo, riscattando così il passo falso della prima giornata al PalaMaggiò di Caserta. Prima parte di gara di marca sarda, con Johnson Odom (24 punti finali e 6 assist) e compagni avanti 42-30 all’intervallo, ma grande reazione degli emiliani che in 20’ infilano un parziale di 56-38 viaggiando a 28 punti di media della ripresa. Sei i reggiani in doppia cifra (Aradori 15, Needham 13, Della Valle e Polonara 12, James 11, Gentile 10 con Lesic a 9) a testimoniare la distribuzione dei giochi e la varietà di soluzioni offensive dei biancorossi, che chiudono con un 96-80 di valutazione.

L’altro big match di giornata, nell’anticipo delle 12 su SkySport1, è Milano-Avellino, riedizione della finale della Final Eight di Coppa Italia e della Supercoppa Italiana vinte entrambe dai biancorossi. Entrambe vincenti alla prima palla a due della stagione ma reduci da prestazioni differenti: Milano in difficoltà a Capo d’Orlando, dove l’ha spuntata grazie al talento dei singoli; Avellino bella a tratti contro Torino che ha messo in seria difficoltà gli irpini rendendo ancor più significativa la vittoria dei ragazzi di coach Sacripanti. L’anno scorso Avellino fu l’unica squadra capace di espugnare il Forum di Assago. Parole di rispetto quelle di Jasmin Repesa verso i lupi: «Avellino è una squadra costruita bene, per puntare a risultati importanti e con uno sguardo alle competizioni europee». Rispetto ma convinzione nei propri mezzi da parte di Pino Sacripanti: «Andremo a giocare sul campo di una squadra che ha perso una sola volta in campionato l’anno scorso e ha perso contro noi. Sarà una partita stimolante».

Altra partita d’alta classifica è quella della Reyer Venezia, che al Taliercio (consueto orario delle 18.15 come il resto del programma ad eccezione del posticipo Pistoia-Brindisi) ospita Capo d’Orlando che, una settimana fa, ha messo in seria difficoltà Milano. Gli orogranata puntano sulle mani calde di Tonut, McGee ed Haynes, gli orlandini sull’esuberanza di un roster giovane anche se non dovrebbe essere della partita Drake Diener per un guaio muscolare. Concordi i due allenatori: «Sarà una partita spigolosa, fisica e dura» l’analisi del veneziano De Raffaele; «Di sicuro non sarà una bella partita» replica il collega siciliano Di Gennaro. Interessante ed inedito derby lombardo quello fra la neopromossa Brescia e Cantù, fresca di ingaggio di Dominic Waters, nuovo play canturino dopo l’infortunio alla mano rimediato all’esordio da Zabian Dowdell contro Venezia. Trento-Cremona mette di fronte due delle più belle realtà della passata stagione, coi lombardi che si sono confermati all’esordio mentre i trentini si sono dovuti arrendere a Brindisi pagando forse la rivoluzione estiva del roster. Chiudono il quadro Varese-Caserta, Torino-Pesaro e il posticipo serale su Raisport1 fra Pistoia-Brindisi.

Programma seconda giornata
Grissin Bon Reggio Emilia – Banco di Sardegna Sassari 86-80
EA7 Emporio Armani Milano – Sidigas Avellino ore 12
Umana Reyer Venezia – Betaland Capo d’Orlando
Dolomiti Energia Trento – Vanoli Cremona
Openjobmetis Varese – Pasta Reggia Caserta
Fiat Torino – Consultinvest Pesaro
Germani Basket Brescia – Red October Cantù
The Flexx Pistoia – Enel Basket Brindisi ore 20.45

Classifica
Cremona, Pesaro, Brindisi, Milano, Sassari, Venezia, Caserta, Avellino, Reggio Emilia 2; Torino, Cantù, Varese, Capo d’Orlando, Trento, Brescia, Pistoia 0.

  •   
  •  
  •  
  •