Olimpia Milano: nel mirino l’americano Zach LeDay

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

L’Olimpia Milano del proprietario Giorgio Armani è sempre più scatenata sul mercato e dopo aver acquistato Davide Moretti, Malcom Delaney e Kyle Hines, ha messo nel mirino l’americano (nato a Dallas) Zach LeDay, che attualmente milita nello Zalgiris Kaunas.

Olimpia Milano, alla scoperta di Zach LeDay

Il classe ’94, è uno degli elementi più forti del club lituano che però avendo per il prossimo mercato una riduzione del budget del 30% dovrà vendere almeno uno dei prezzi pregiati del suo roster e proprio LeDay sembra il più papabile a salutare la compagnia.

Il cestista statunitense gioca da ala forte, ma all’occorrenza può farlo anche da centro e ha diviso la sua carriera universitaria tra South Florida Bulls e Virginia Tech Hokies riuscendo con quest’ultimi a partecipare al torneo NCAA 2017 dopo ben dieci anni di assenza. Nell’estate del 2017 l’approdo in Europa nell’Hapoel Gilboa Galil Elyon (643 punti in 33 gare), squadra della massima serie israeliana dove ebbe un ottimo rendimento tanto da partecipare all’All Star Game e alla gara delle schiacciate e a fine stagione fu il secondo marcatore del campionato con una media di 19.5 punti a gara conditi da 8,2 rimbalzi e il secondo miglior giocatore per valutazione (23 a match), venendo anche inserito nel miglior quintetto del campionato.

A fine stagione viene acquistato dai greci dell’Olimpiakos Pireo, dove è diventato il giocatore con il PIR più alto in una singola partita durante l’era moderna di Eurolega (in meno di 30 minuti), quando contro gli ungheresi del Buducnost ottiene una valutazione di 42 in solo 21 minuti di gioco (2 di media), battendo la media di 1.76 del croato Nikola Vujcic che nel 2007 con il Maccabi Tel Aviv realizzò 46 punti ma in 26 minuti. In campo europeo la media è stata di 9,7 punti e 4 rimbalzi a partita, mentre in campionato 11,2 punti e 4,8 rimbalzi.

Nella scorsa estate il club greco lo ha venduto allo Zalgiris Kaunas dove ha disputato 24 match con 265 punti, conquistando la Coppa di Lituania sconfiggendo in finale per 80-60 il Rytas e anche il campionato sospeso per l’emergenza Coronavirus lo scorso 8 marzo, ma che vedeva lo Zalgiris in testa e dunque nominato campione nazionale.

Insomma un ottimo prospetto anche con anche esperienza in Eurolega che potrebbe far comodo al coach Ettore Messina, in una stagione che si preannuncia molto particolare, visto che i giocatori quando scenderanno sul parquet a settembre, verranno da sei mesi senza gare ufficiali. Sicuramente nei prossimi giorni sicuramente se ne saprà di più.

                        

  •   
  •  
  •  
  •