Champions League, Inter-Tottenham e il folle precedente con Bale protagonista (Video)

Pubblicato il autore: GiacLe Segui
KIEV, UKRAINE - MAY 26: Gareth Bale of Real Madrid celebrates scoring his side's second goal during the UEFA Champions League Final between Real Madrid and Liverpool at NSC Olimpiyskiy Stadium on May 26, 2018 in Kiev, Ukraine. (Photo by Michael Regan/Getty Images)

Gareth Bale Foto Getty Images© scelta da SuperNews

In una sera di Champions del 2010 Inter-Tottenham divenne un saggio di follia. Le prime emozioni dell’edizione 2018-2019 di Champions League cominceranno questa sera alle 18.55 a San Siro. Il Tottenham torna a Milano per sfidare l’Inter. Sono passati otto anni dall’ultima volta, una serata spettacolare, di quelle difficili da dimenticare.

Era l’ottobre del 2010, l’Inter del triplete orfana di Mourinho incominciava la sua inconsapevole picchiata verso la mediocrità di stagioni fallimentari. Samuel Eto’o, Wesley Sneijder e Coutinho (proprio lui) da una parte, Peter Crouch, Luka Modric e Gareth Bale dall’altra. Di fronte a 70.000 spettatori i nerazzurri passano in vantaggio dopo uno spettacolare triangolo tra Coutinho ed Eto’o che serve al capitano Zanetti l’assist vincente. A quel punto su un contropiede di Biabiany il portiere degli Spurs, Gomes viene espulso e la serata diviene ancora più emozionante.

Nello spazio di 35 minuti i nerazzurri si portano sul 4-0: si parte dal rigore trasformato da Eto’o seguito da una meraviglia di Stankovic che porta alla doppietta del camerunense, servito da un ispirato Coutinho. A quel punto la storia della partita sembra segnata, ma per salvare l’onore dei londinesi da un umiliazione di questo livello sale in cattedra Gareth Bale, che riuscirà a portarsi a casa il pallone siglando una tripletta e sfiorando un impresa storica. In quella partita il gallese giocava da terzino. Fu la serata della sua consacrazione. Sfoggiando velocità e tecnica (Maicon lo ricorda ancora..), Bale anticipò le prodezze che in gran numero sarebbero arrivate nelle stagioni a seguire. Da lì sarebbero passati altri due anni con il Tottenham prima del passaggio al Real Madrid per 100 milioni.

  •   
  •  
  •  
  •