Real Madrid-Liverpool attenti a Navas-Karius: i Forrest Gump della Champions League

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
FILE PHOTO (EDITORS NOTE: COMPOSITE OF IMAGES - Image numbers L-R 824280260,464313758,956612460) In this composite image a comparision has been made between head coach Juergen Klopp of Liverpool (L) and head coach Zinedine Zidane of Real Madrid. Real Madrid and Liverpool meet in the UEFA Champions League Final on May 26, 2018 at the NSC Olimpiyskiy Stadium in Kiev, Ukraine. ***LEFT IMAGE*** BERLIN, GERMANY - JULY 29: Head coach Juergen Klopp of Liverpool looks on prior to the pre season friendly match between Hertha BSC and FC Liverpool at Olympiastadion on July 29, 2017 in Berlin, Germany. (Photo by Matthias Kern/Bongarts/Getty Images) ***RIGHT IMAGE*** SEVILLE, SPAIN - MAY 09: Head coach Zinedine Zidane of Real Madrid looks on prior to the start the La Liga match between Sevilla FC and Real Madrid at Ramon Sanchez Pizjuan stadium on May 9, 2018 in Seville, Spain. (Photo by Aitor Alcalde/Getty Images)

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Real Madrid-Liverpool, sfida tra normal one fra i pali. Re Zidane contro il mago Klopp, Cristiano Ronaldo contro Salah, Sanè contro Isco, Henderson contro Casemiro, Van Dijk contro Sergio Ramos. Sono tanti i duelli che potrebbe risultare decisivi per assegnare la Champions League 2017/2018, questa sera a Kiev. La sfida meno attesa è quella tra i pali: il costaricano Keylor Navas contro il tedesco Loris Karius. Entrambi non amatissimi da tifosi e stampa, ma lì a difesa della porta di Blancos e Reds. Fin dal suo arrivo a Madrid, nell’estate 2014, Navas è stato sempre messo in discussione. Il Real aveva salutato in un sol colpo sia Iker Casillas che Diego Lopez e un costaricano che arrivava dal Levante non sembrava proprio il massimo. Dopo quatto stagioni lui è ancora lì e questa sera si giocherà l’ennesima finale con la maglia del Real Madrid. 

Real Madrid-Liverpool, prima finale per Karius. Tra meno di un mese compirà 25 anni e questa sera giocherà la partita più importante della sua carriera. Loris Karius non è certo il portiere tedesco più forte in circolazione. Neuer, Ter Stegen, Leno tanto per fare qualche nome, sono molto più quotati di lui in Germania. E’ arrivato al Liverpool nel 2016 dal Mainz. Da allora è sempre stato in ballottaggio con il compagno Mignolet. Karius è un portiere con grandi mezzi fisici, ma con non una grande continuità. A Klopp piace molto per la sua buona abilità con i piedi. Karius durante la stagione ha guadagnato i galloni da titolare e questa sera si giocherà una partita che vale una carriera. Di fronte avrà i mostri. In bocca al lupo.

Real Madrid-Liverpool, la terza di Zizou o la prima di Klopp?

Real Madrid-Liverpool, Klopp per interrompere il dominio spagnolo. Uno sa come si vince, sia da giocatore che da allenatore. L’altro l’ha sfiorata una volta e stasera vuole la sua rivincita. Zinedine Zidane contro Jurgen Klopp, il gestore contro il professore. Il francese ha vinto una Champions League da giocatore, una da vice-allenatore e altre due da head-coach. Il tedesco è alla sua seconda finale, dopo quella persa nel 2013 dal suo Borussia Dortmund contro il Bayern Monaco. Oggi come allora Klopp arriva da sfavorito. Il Real Madrid è più forte del Liverpool. Questo lui lo sa e potrebbe usare questo fattore in suo favore. Molti giocatori del Liverpool sono alla prima finale importante in carriera. Bisognerà capire se, specialmente all’inizio, prevarrà tra i Reds l’emozione o l’incoscienza.

Real Madrid-Liverpool, gli inglesi spezzeranno il dominio spagnolo. Dal 2014 non si scappa. La Champions League da 4 anni parla solo lo spagnolo. Tre volte il Real Madrid e una il Barcellona. Un’egemonia che potrebbe essere spezzata questa sera dai Reds. L’ultimo successo non spagnolo è del 2013, quando il Bayern Monaco sconfisse in finale il Borussia Dortmund di Klopp. Proprio l’allenatore tedesco a Kiev ha la possibilità di rompere una doppia maledizione. Che lo spettacolo abbia inizio.

  •   
  •  
  •  
  •