Mondiali 2018, infortunio Cavani: il Matador non si allena, Uruguay-Francia a forte rischio

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
ROSTOV-ON-DON, RUSSIA - JUNE 20: Edinson Cavani of Uruguay reacts during the 2018 FIFA World Cup Russia group A match between Uruguay and Saudi Arabia at Rostov Arena on June 20, 2018 in Rostov-on-Don, Russia. (Photo by Clive Rose/Getty Images)

Edinson Cavani – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Infortunio Cavani, Francia a forte rischio per il Matador. La risonanza magnetica, alla quale l’attaccante è stato sottoposto lunedì, ha evidenziato un edema nel gemello del polpaccio sinistro, senza rottura di fibre muscolari. Cavani, dunque, difficilmente sarà presente nel match dei quarti contro la Francia in programma venerdì. alla federazione uruguaiana fanno sapere che “il giocatore avverte ancora dolore, pertanto svolgerà lavoro differenziato e riabilitazione fisiatrica. Verrà controllata la sua evoluzione giorno dopo giorno”. Le possibilità che possa guidare l’attacco dell’Uruguay nel prossimo confronto sono ridotte al lumicino. Situazione delicata da gestire. Anche perché un recupero forzato potrebbe mettere a rischio il proseguimento del Mondiale da parte di Cavani. Ieri il bomber uruguaiano non si è allenato, le speranze di vederlo domani in campo contro la Francia sono quasi nulle.

Infortunio Cavani, un problema in più per Tabarez


Infortunio Cavani, tegola per l’Uruguay
? Ha incantato tutti nell’ottavo di finale contro il Portogallo, oscurando niente meno che Cristiano Ronaldo. Prendendosi anche una rivincita dello scontro di Champions League tra Paris Saint Germain e Real Madrid dello scorso marzo. Edinson Cavani, se mai ce ne fosse bisogno, ha confermato di essere uno dei migliori attaccanti in circolazione. Sublime la sua doppietta realizzata a Sochi. Prima una capocciata imperiosa su perfetto assist del gemello Suarez, poi un destro a giro che non ha lasciato scampo a Rui Patricio. Una serata perfetta, macchiata da un infortunio che ha tolto un po’ di sorriso a tutti i tifosi della Celeste.

Infortunio Cavani, che guaio per Tabarez. “Ho sentito pizzicare il polpaccio e ho subito capito che sarei dovuto uscire. Dio voglia che non sia nulla di grave”, così Cavani nel dopo partita. Un polpaccio che era già stato colpito nel finale di stagione con il Psg e che ora mette a rischio il proseguimento del mondiale per il Matador. Un guaio per Oscar Tabarez, che dopo il Portogallo deve ora pensare ad affrontare la Francia tutta bollicine di Deschamps. Senza Cavani il Maestro uruguaiano dovrà ridisegnare la squadra, che aveva trovato un’ottima quadratura nelle ultime due partite. Con l’ingresso di Torreira e il passaggio al 3-5-2, l’Uruguay ha segnato 5 gol in due partite. Contro le sole due reti dei primi due incontri, contro Egitto e Arabia Saudita. Il 6 luglio c’è Uruguay-Francia, comincia la lotta contro il tempo del Matador.

Infortunio Cavani, quali soluzioni per Tabarez?

Infortunio Cavani, ecco le alternative per l’Uruguay. Perdere l’uomo più in forma prima di quarto di finale ad un campionato del mondo non è proprio il massimo della vita. Soprattutto se c’è da affrontare gente come Griezmann e Mbappè. Tabarez sarà già al lavoro per studiare le contromosse per contrastare gli scatenati galletti transalpini. L’Uruguay potrebbe presentare Stuani, ex Reggina, al  fianco di Suarez. Certo l’ex amaranto non è Cavani e questo potrebbe indurre Tabarez a giocare con una squadra ancora più coperta contro la Francia. La Celeste potrebbe giocare con un fantasista, De Arrascaeta, dietro Suarez. Ipotesi al vaglio del Maestro che cercherà di recuperare Cavani, ma senza forzare troppo.

Infortunio Cavani, la Celeste continua sognare. Si farà di tutto per recuperare Cavani per il match con la Francia. Ma senza forzare troppo. Il 10 luglio c’è la semifinale e un nuovo stop vorrebbe dire Mondiali finiti per il Matador. L’Uruguay può lecitamente sognare. La Celeste è una formazione solida in difesa, dinamica e tecnica a centrocampo, mortifera in attacco. Nessun altra nazionale presente in Russia ha due attaccanti del livello di Cavani e Suarez. Perdere il Matador vuol dire diventare meno pericolosi e forse più prevedibili. Ma Tabarez è in grado di pescare qualche altro coniglio bianco dal suo cilindro. 68 anni dopo il Maracanazo, la Celeste sogna ancora di vincere il suo terzo mondiale. Sarebbe più difficile senza Cavani, ma nulla è impossibile per il Maestro con la stampella che non molla mai. Proprio come i suo ragazzi con la maglia celeste.

  •   
  •  
  •  
  •