Inter, si incomincia a studiare nuovi colpi: domani emissari del club a Rosario

Pubblicato il autore: Baldassarre Daidone Segui
Inter: si prepara a chiudere la stagione in vista della sfida contro il Sassuolo

Inter: si prepara a chiudere la stagione in vista della sfida contro il Sassuolo

L’Inter di Mancini si prepara a chiudere la stagione regolare 2015/2016, contro il Sassuolo di Eusebio Di Francesco. Infatti la squadra nerazzurra giocherà sabato, contro la squadra neroverde al Mapei Stadium. Ormai l’Inter non ha più nulla da chiedere a questo campionato, visto che ha centrato la qualificazione per la prossima Europa League 2016/2017. Intanto si incominciano a prospettare dei nuovi colpi per la prossima stagione e in vista dell’apertura del mercato estivo. Gli occhi degli emissari sono rivolti verso Marlos Moreno. L’attaccante colombiano classe 1996, ha incominciato a debuttare con la maglia del Atletico Nacional nel 2010. Il suo debutto nella prima squadra avviene il 15 Ottobre 2014 contro il Deportivo Vasto e l’attaccante ha totalizzato la bellezza di 17 presenze e 3 reti e ha vinto un campionato colombiano di Apertura e una Super Liga. Il costo dell’attaccante si aggira intorno ai 650 mila euro, ma gli emissari della squadra nerazzurra possono trovare un accordo per fare trasferire il giocatore in Italia. Intanto domani ci saranno i quarti di finale di Coppa Libertadores tra il Rosario Central e l’Atletico Nacional e sarà anche l’occasione per vederlo ancora di più da vicino, anche se il giocatore è nel mirino di molte squadre europee, vedremo nei prossimi giorni come si svilupperà la faccenda.
Per quanto riguarda la situazione del centrocampista Vilhena c’è molta distanza tra domanda e offerta per l’ingaggio del giocatore. Il giocatore olandese classe 1995 ha iniziato a giocare con la maglia del Feyernood, collezionando fino a questo momento 113 presenze e 15 reti e ha vinto una Coppa d’Olanda. Il contratto del giocatore come ben sappiamo scade a giugno, ed è vicino alla firma con l’Inter, però bisogna limare gli ultimi dettagli burocratici.
Un altro fattore che l’Inter dovrà risolvere, è quello legato all’attaccante Mauro Icardi. Ci sono diverse voci che lo vedono lontano dalla squadra nerazzurra, addirittura si pensava a un suo approdo a Parigi al posto di Cavani. Ma è arrivata subito la frenata da parte del giocatore argentino che ha voluto precisare come sia lui, che Mancini, rimarranno la prossima stagione. Ecco le sue parole:

Leggi anche:  L'agente di Hakimi e Lautaro Martinez: "Achraf lascerà l'Inter. Lautaro? Situazione non chiara"

“La vittoria contro l’Empoli è stata fondamentale perché abbiamo conseguito il ritorno in Europa, siamo tutti contenti del risultati e non vedo gente che non è contenta di rimanere. Se qualcuno se ne vuole andare deve parlare con la società. La mia situazione? Mi vedo ancora in nerazzurro, anche perché ho un contratto fino al 2019 e non ho intenzione di andarmene da questa società. Diventare come Zanetti? Andiamoci piano, lui è stato una grande bandiera dell’Inter e ci vogliono tanti anni per fare il suo stesso cammino. Io continuerò a portare avanti la squadra con la fascia di capitano se succederà sono molto contento. Mancini? Penso che non andrà via, ha ancora un anno di contratto con la società. Io spero che rimane perché ha creato un grande gruppo. Sassuolo? Sarà una partita come le altre e vogliamo conquistare i tre punti. Noi dobbiamo vincere per noi stessi e non per fare un favore al Milan. Vogliamo chiudere questo campionato iniziato bene e finito male”

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: