Calciomercato, Bacca: l’agente atteso a Londra nelle prossime ore per trattare col West Ham

Pubblicato il autore: Simone Satragno Segui

baccaNonostante le evidenti difficoltà dell’ultima stagione, problematica dal punto di vista del gioco e dei risultati, il colombiano Carlos Bacca è riuscito a realizzare venti reti calciando soltanto due rigori: un bottino assolutamente rispettabile, se pensiamo a quanto accaduto ai vari centravanti che lo hanno preceduto. Ci riferiamo soprattutto a Torres, finalista di Champions con l’Atletico, incapace di farsi strada e trovare la via del gol nel Milan di Inzaghi, una squadra che non differiva così marcatamente da quella attuale, Destro, rigenerato al Bologna dopo 6 mesi opachi al Milan. Bacca invece ha rotto la maledizione delle prime punte che proseguiva dall’addio di Ibrahimovic, risolvendo tante partite ed offrendo un contributo sostanziale alla causa.

Negli ultimi giorni il West Ham ha mosso i primi passi ufficiali per Carlos Bacca. Nonostante il Milan abbia già rifiutato un’offerta da 20 milioni di euro, gli Hammers sono infatti pronti a rilanciare e nelle prossime ore l’agente dell’attaccante colombiano dovrebbe volare a Londra. Lo stesso procuratore di Bacca, Sergio Barila. Barila, ha spiegato a che punto è la trattativa col West Ham per Bacca: “Sono ore di attesa, niente ancora è deciso. Io e Bacca al momento stiamo valutando più di una situazione”.
Bacca pensa di lasciare il Milan? “Carlos si trova già in una grande squadra, ma dobbiamo prima conoscere il progetto del nuovo Milan per prendere una decisione sul suo futuro”. Non solo il West Ham, in tanti hanno bussato alle vostre porte nelle ultime settimane. “E’ vero. Ci sono tante squadre importanti che ci hanno contattato. Mi sembra normale, visto che Bacca è un attaccante che garantisce parecchi gol a stagione (ben 20 quest’anno con la maglia rossonera, ndr) ed è sicuramente un pezzo pregiato del mercato”.

Da ciò che trapela nelle ultime ore, il Milan sembra intenzionato a trattare la cessione del centravanti colombiano, il quale sarà presto impegnato con la Coppa America. Il West Ham si è fatto avanti e ha messo sul piatto 20 milioni, ma il club rossonero, che l’estate scorsa lo ha ingaggiato dal Siviglia per 30 milioni, ne vorrebbe almeno 25. Ora l’agente del giocatore andrà in Inghilterrà per provare a trattare con gli Hammers, cercando di trovare un accordo sullo stipendio del sudamericano.

Dalla Premier insisteranno quindi per chiudere l’operazione col club rossonero, ma prima di avallare operazioni così importanti l’attuale proprietà dovrà chiedere l’autorizzazione alla cordata cinese che sta trattando l’acquisizione della quota di maggioranza. I rossoneri dal canto loro potrebbero essere disposti a cedere l’ex Siviglia a patto che arrivi una proposta superiore a 26 milioni di euro, così da evitare una minusvalenza (a bilancio, l’estate scorsa era costato 33 milioni).

Il fatto che il Milan abbia aperto alla partenza di Bacca può avere più di una interpretazione. Il club rossonero potrebbe avere bisogno di liquidità per finanziare il prossimo mercato, oppure potrebbe avere altre idee per quanto riguarda l’attacco (Ibrahimovic?). Molto dipenderà anche dalle trattative con il consorzio cinese: in caso di firma, con le liquidità asiatiche, il Milan potrebbe anche permettersi di tenere il colombiano, viceversa avrebbe forse la necessità di lasciarlo partire. Detto questo, vista la difficoltà di trovare attaccanti che facciano la differenza in Serie A (basti pensare a quanto accaduto con Dzeko alla Roma in questa stagione), lasciar partire una punta da venti gol può rivelarsi un grandissimo errore.
  •   
  •  
  •  
  •