Italiane prendete esempio. Umtiti e Digne al Barcellona. Con 45 milioni sistemata la difesa per dieci anni

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

Bastano 45 milioni di euro per sistemare la difesa, o quantomeno mezzo reparto arretrato, per almeno i prossimi dieci anni. E se si considera che i due acquisti sono stati fatti da una squadra che vanta nella sua rosa fior fiori di campioni si capisce bene il motivo perchè da tanti anni ormai i team italiani vanno ottenendo risultati deludenti in Europa. Stiamo parlando del Barcellona, la squadra spagnola dominatrice del calcio continentale negli ultimi anni, che è riuscita a piazzare due colpi di mercato a “bassi costi” che stridono con le cifre e con i nomi accostati in queste settimane a molte squadre italiane, sempre più alla ricerca di giocatori anagraficamente un po avanti con l’età e dal costo elevato. E’ di oggi la notizia che la società blaugrana è riuscita a raggiungere l’accordo con il Paris Saint Germain per il trasferimento di Lucas Digne alla corte di Luis Enrique. L’accordo tra i due club è stato raggiunto sulla base di 20 milioni di euro.  Digne è atteso nelle prossime ore a Barcellona dove effettuerà le tradizionali visite mediche prima della firma sul contratto che lo legherà al club catalano per i prossimi cinque anni. Il terzino sinistro, 23 anni, la scorsa stagione ha giocato tra le fila della Roma con la quale ha collezionato 42 presenze totali con 3 reti. Il prestito del giocatore francese è terminato il 30 giugno e la Roma non è riuscita a raggiungere l’accordo con il Paris Saint Germain per il riscatto del giocatore. Digne, che non dovrebbe partire tra i titolari visto che nel suo ruolo ha davanti Jordi Alba, rappresenta però un ottimo investimento per il futuro ed è un giocatore che ha dimostrato di meritare palcoscenici importanti.
Oltre a Digne il Barcellona  ha ufficializzato un altro grande acquisto in prospettiva futura:  Samuel Umtiti, difensore centrale francese, che è stato prelevato dal Lione. Per il possente difensore centrale, anche lui classe 1993, il Barcellona ha sborsato 25 milioni di euro assicurandosi, così come con Digne, un giocatore dal futuro ( e presente) assicurato.  Con 45 milioni, insomma, il Barça ha ringiovanito  il proprio reparto arretrato senza spendere cifre esorbitanti come quelle che sembrano essere intenzionate a spendere diverse squadre italiane per acquistare giocatori sicuramente non di prospettiva futura…..

  •   
  •  
  •  
  •