Zamparini:” Il Palermo riparte da Foschi, Sorrentino, Maresca e Gilardino non ci mancheranno”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

zampariniZamparini inaugura la stagione del nuovo Palermo, cinquantasei giorni dopo la notte folle del Barbera, il Palermo di Davide Ballardini torna a lavoro. Lo fa con diversi giocatori in meno (via fin qui Sorrentino, Maresca e Gilardino, con Vazquez eLazaar in attesa di conoscere la loro destinazione) e un direttore sportivo in più. E’ Rino Foschi, già dirigente del club di viale del Fante fino al 2008. A introdurlo alla stampa, il presidente dei siciliani, Maurizio Zamparini. “Ricomincia oggi l’avventura del Palermo Calcio e inizia con la presentazione di Rino Foschi. E’ il mio direttore, dico ‘mio’ perché è l’unico direttore vero che ho avuto nella mia carriera – ha evidenziato l’imprenditore friulano intervenuto presso la sala stampa di Gradisca -. Insieme a lui anche Corti, do un bentornato anche a lui. Le basi per una stagione buona ci sono tutte. L’esperienza va a sopperire quella mancanza d’entusiasmo che subentra con l’età. Sono arrivato al capolinea della mia carriera e aveva necessità del loro ausilio. Come sapete, ho trattative avviate con Oriente e Occidente per la nuova proprietà del Palermo Calcio, per investire in un club per il quale io non posso investire più. Sono pronto ad accogliere nuovi investimenti perché, come detto, io non sono più in grado di mettere altri soldi nel Palermo”.

Zamparini: “Vazquez andrà via, faremo almeno 5 acquisti”

Zamparini ha parlato anche della situazione dei giocatori prossimi a lasciare il Palermo:”Vazquez andrà sicuramente via, ha rifiutato la Cina e ora vediamo tra Siviglia e squadre inglesi. Embalo e Balogh sono pronti. Abbiamo poi tra i 5 e i 7 innesti in rampa di lancio: se Rino ha portato in A il Cesena senza una lira, può mantenerci il Palermo”. Rino Foschi non ha nascosto un l’emozione per il suo ritorno a Palermo: Rino Foschi invece si è concesso un po’ di amarcord: “Torno dopo tanti anni, Zamparini è cambiato, è vero, ma anche il mondo del calcio non è più lo stesso:ripetersi sarà difficile, inutile negarlo, non possiamo mentire i tifosi. Ballardini? Ha fatto molto bene nel finale di stagione, merita la riconferma per quanto ha fatto al Palermo Calcio, e tra di noi è tutto chiarito. Sono legato a questa città, e se il presidente è stanco del calcio io sento ancora lo stesso entusiasmo di allora”.

  •   
  •  
  •  
  •