Milan, la “profezia” di Tacconi: “Donnarumma è della Juventus”

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

stefano tacconi

In queste settimane in casa Milan uno dei principali argomenti di discussione riguarda il prolungamento del contratto del giovane portiere Gianluigi Donnarumma.  A quasi un anno dal suo esordio ufficiale con la maglia della prima squadra il portiere rossonero ha scalato le gerarchie di preferenza a livello internazionale dei principali top club europei e per queste ragioni il Milan sta accelerando le operazioni che dovranno portare al prolungamento del contratto dell’estremo difensore.  A gettare pesanti ombre, però, sul futuro rossonero di Donnarumma è stato ieri Stefano Tacconi, ex portiere della Juventus, intervistato da TMW radio.  Secondo l’ex portiere sul giovane Donnarumma ci sarebbe il forte interessamento della Juventus che potrebbe provare a portare in bianconero il milanista.

Le dichiarazioni di Tacconi

“Secondo me lui è già della Juventus, io l’ho sempre detto. E’ normale, sennò la Juve chi prende? Secondo me è già fatta… L’ho detto una settimana fa, vedrai che tra un anno o due. La programmazione è fondamentale”. Considerazioni quelle di Tacconi che ovviamente rientrano nella sfera di pensiero personale ma che potrebbero in realtà avere qualche fondamento reale. E’ risaputo, ormai, che la Juventus è molto attenta alla programmazione e guarda con grande interesse ai giovani talenti, basti ricordare gli affari Pogba e Dybala. E poi c’è anche un aspetto oggettivo che potrebbe pesare nella situazione legata a Donnarumma: la carta di identità di Buffon. Il portierone della Juventus si avvia verso gli sgoccioli della sua carriera e la Juventus, dopo aver avuto il più forte portiere del Mondo, sarà “costretta” a gettarsi sul mercato per ricercare quantomeno un collega di reparto dello stesso potenziale valore. E Donnarumma rappresenta in questo momento il miglior prospetto in ambito europeo nel suo ruolo. Il Milan dovrà quindi in prima battuta accelerare per rinnovare il contratto di Donnarumma, primo passaggio necessario per blindare il giocatore. Una volta fatto questo dovrà resistere alle sicure offerte che giungeranno da diverse squadre, Juventus probabilmente compresa.
Tacconi ha inoltre lanciato una frecciatina anche al nuovo gruppo cinese che si appresta a diventare proprietario del Milan: “Allegri è nella posizione migliore, con una società alle spalle presente con cui dialogare, non ci sono le proprietà straniere assenti”.

  •   
  •  
  •  
  •