Real Madrid su Icardi: i Blancos fanno sul serio, l’Inter proverà a resistere

Pubblicato il autore: Lorenzo Profili Segui

Real Madrid su Icardi, i tifosi dell’Inter non possono dormire sonni tranquilli.
L’ascesa e l’affermazione di Icardi sono innegabili e sotto gli occhi di tutti già dalla sua prima stagione in maglia nerazzurra: arrivato e riscattato dalla Sampdoria, dove aveva fatto intravedere buone cose (11 reti in 33 apparizioni totali con la casacca della prima squadra blucerchiata), per 13 milioni, entra nel cuore del popolo interista non senza alti e bassi. Le qualità sono evidenti, soprattutto quelle in fase realizzativa, anche se nel primo anno sono solo 9 le reti in 23 presenze totali per un ragazzo considerato molto interessante ma ancora immaturo, troppo distratto dal mondo social e sopratutto dalla love story con Wanda Nara, ex compagna del calciatore Maxi Lopez, finita sulle prime pagine di tutti i giornali. Una volta passata la bufera mediatica, il giovane Maurito è stato in grado di dimostrare sul campo tutto il suo valore caricandosi la squadra sulle spalle e andando a vincere nella stagione 2014/2015 il titolo di capocannoniere -in concomitanza con Luca Toni- con 22 reti.

Nella passata stagione Icardi raggiunge il suo personale record di gol in Serie A -24- e diventa definitivamente il simbolo carismatico e l’ancora di salvezza di una squadra uscita senza identità dalla ricostruzione post triplete del 2010, farcita col tempo di giocatori non altezza del blasone della società milanese, che hanno lasciato il segno del loro passaggio solo per le casse del club. Il capitano conquista la tifoseria e la curva a suon di reti e prestazioni che gli valgono anche la chiamata della nazionale albiceleste, rimasta fino ad allora terreno per mostri sacri come Messi, Di Maria, Higuain ma anche per elementi discutibili come la vecchia conoscenza del calcio italiano Pratto.
La notizia dell’interessamento del Real Madrid su Icardi era nell’aria da giorni, diffusa dall’autorevole quotidiano spagnolo Marca, ma le smentite erano arrivate pronte e ferree sia da parte di Piero Ausilio, sia date dal lavoro della moglie/manager Wanda Nara, in contatto con la società per discutere del rinnovo del contratto del suo assistito fino al 2023 con un ritocco dell’ingaggio a salire fino a 7 milioni annui. Chiare anche le parole dello stesso bomber di Rosario che in un’intervista rilasciata all’emittente argentina Telefe confida: “Il Real Madrid? stiamo bene qui in Italia. Sono primo, sono capocannoniere, cosa dovremmo chiedere di più?”. In effetti i 16 gol in 15 partite di campionato consacrano Icardi come un attaccante di spessore internazionale e l’occhio attento del patron delle merengues, Florentino Pérez, si è posato proprio sul ragazzo argentino come rinforzo da regalare al tecnico Zidane, in modo da offrirgli un vero nueve in grado di raccogliere l’eredità di un Benzema apparso spento nell’ultimo periodo.

Diario gol rilancia oggi la clamorosa notizia del Real Madrid su Icardi, comprensiva di dettagli: per l’argentino sarebbero già state fissate le visite mediche in data 26 dicembre, 3 giorni dopo il match più importante e sentito dal punto di vista storico e sociale del campionato, El Clasico. Il club spagnolo è disposto a versare nelle casse nerazzurre una cifra prossima agli 80 milioni di euro e Maurito andrebbe a percepire 9 milioni di euro netti annui. I Blancos fanno sul serio.

  •   
  •  
  •  
  •