Cavani è di troppo al Paris Saint Germain? Napoli e Milan pensano al Matador

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui


Cavani-Neymar, non ci siamo mai amati.
Che la convivenza tra un brasiliano e un uruguaiano fosse non proprio semplice lo si sapeva. Ma che il pubblico del Parco dei Principi li avrebbe fischiati entrambi per i loro plateali litigi non se lo aspettava nessuno. Neymar e Cavani non si amano, anzi forse si stanno proprio sulle scatole reciprocamente. Il brasiliano è stato il colpo a sensazione del Psg la scorsa estate, il Matador è un simbolo ormai dei parigini. Durante il match contro il Dijon, vinto per 8-0 dalla capolista della Ligue 1, i due hanno litigato per calciare un rigore. Durante la partita Cavani aveva raggiunto Ibrahimovic come miglior marcatore del Paris Saint Germain. L’occasione per staccare lo svedese è stata rappresentata da un calcio di rigore. Ininfluente ai fini del risultato, già ampiamente acquisito, ma utile a Cavani per superare Ibra. Niente da fare, Neymar ha tolto il pallone dalle mani del bomber uruguaiano, ha calciato e ha segnato.

Durante il battibecco tra i due giocatori sono arrivati i fischi del pubblico del Parco dei Principi. Non si è ben capito se erano indirizzati a tutti e due o solo al brasiliano. Dal suo arrivo a Parigi in poi Neymar si sta muovendo come un elefante in una cristalleria. I 222 milioni di euro spesi dal Psg per strapparlo al Barcellona hanno fatto pensare al brasiliano di essere una specie di dio onnipotente. I parigini sono già ricchi  di campioni: da Thiago Silva a Verratti, da Di Maria a Cavani. Nessuno ha avuto gli atteggiamenti che ha avuto Neymar in questi pochi mesi a Parigi. Un’atmosfera di tensione che potrebbe essere deleteria in vista degli ottavi di Champions League contro il Real Madrid. Ci potrebbe essere una tregua armata tra Neymar e Cavani, ma a fine stagione le strade dei due potrebbero dividersi.

Cavani-Neymar, che succederà a giugno?

Neymar-Cavani, i possibili scenari per l’estate. Probabilmente firmeranno una pace armata fino a giugno. Poi giocheranno i Mondiali. Poi non vorranno trovarsi nella stessa squadra nel ritiro pre-campionato. Neymar e Cavani difficilmente giocheranno insieme nella prossima stagione calcistica. Il brasiliano è il sogno proibito del Real Madrid. Florentino Perez lo vorrebbe in bianco per fare un clamoroso sgarbo ai rivali storici del Barcellona. Ballano tanti, tantissimi soldi. 400 milioni di euro è la clausola rescissoria di Neymar. Una cifra folle che potrebbe essere ammortizzata dall’arrivo di Cristiano Ronaldo sotto la Tour Eiffel.

E Cavani? Se Neymar resta a Parigi allora sarà il Matador a lasciare il Psg. Il cannoniere uruguaiano ha lasciato un pezzo di cuore al Napoli e un suo ritorno in azzurro non è fantacalcio. Se gli azzurri vendessero Mertens allora intascherebbero una bella cifra e avrebbero bisogno di un attaccante. Cavani ha sempre parlato bene dell’Italia e del calcio italiano. Portato in Italia dal Palermo, per poi esplodere a Napoli. Il 31enne uruguaiano, in caso di addio al Psg, potrebbe far gola a tanti club. Milan compreso, alla perenne ricerca di un bomber di razza. Ma è chiaro che Cavani avrebbe una netta preferenza per Napoli. Dopo il Mondiale di Russia potrebbe aprirsi un grande valzer di attaccanti. Speriamo che qualcuno di questi si ricordi anche in Italia si gioca ancora a calcio.

  •   
  •  
  •  
  •