Cristiano Ronaldo è in vendita. Il Real Madrid vuole cederlo in estate

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui


Cristiano Ronaldo è sul mercato: la notizia di per sé ha del clamoroso, ma è assolutamente vera. Di fatto il presidente del Real Madrid, Florentino Perez, ha dato evidentemente il via libera a Jorge Mendes, agente del fuoriclasse di Funchal, di esaminare eventuali offerte per il suo assistito già a partire dalla prossima estate.
Secondo quanto riporta il notiziario lusitano Record, Cristiano Ronaldo, stufo del mancato accoglimento da parte della dirigenza madrilena delle sue alquanto esose richieste, avrebbe chiaramente chiesto di essere ceduto. I dettagli dell’adeguamento dell’attuale contratto prevedevano tra le altre cose un ingaggio faraonico pari a 50 milioni di euro netti all’anno, tra bonus e diritti di immagine vari.

Il presidente Perez avrebbe storto il naso alle richieste del portoghese, con la conseguenza che Cristiano Ronaldo finirà inevitabilmente sul mercato e alla stregua la possibilità da parte dei top club di calibro internazionale di poter contrattare con il talentuoso calciatore a stretto giro.

Le possibili destinazioni di Cristiano Ronaldo

Il mercato sul fuoriclasse di Funchal è alquanto interessante ma al tempo stesso piuttosto risicato. L’ingaggio stratosferico percepito da Cristiano Ronaldo e la mega clausola rescissoria al quale è sottoposto l’attuale contratto allontana un’incetta di club dal possibile ingresso nella trattativa. Allo stato attuale le società che potrebbero investire sul portoghese si contano sulle punta delle dita: tra quese va annoverato senza dubbio il Paris Saint-Germain, al momento unica squadra in pole per il possibile trasferimento di Cristiano Ronaldo. La trattativa non è assolutamente semplice da incardinare: in primis bisogna trovare la grana necessaria per fare un’offerta congrua all’irremovibile presidente dei Blancos. Poi vanno valutati minuziosamente tutti i dettagli del presente contratto, tra le varie situazioni legate ai bonus e diritti in genere.

Una possibilità in merito all’operazione sull’asse Madrid-Parigi potrebbe essere paradossalmente inserire quale contropartita tecnica persino Neymar: il brasiliano, vecchio pupillo del presidente Pérez, sarebbe ben disposto a cimentarsi nella nuova avventura in terra iberica, considerato anche il clima abbastanza teso che si respira nello spogliatoio parigino. Attenzione anche alla corte del Manchester United, ex squadra di Cristiano Ronaldo, che farebbe follie per riportarlo in Inghilterra, lì dove è cresciuto ed esploso calcisticamente.
Nelle prossime settimane sicuramente ci saranno sviluppi in merito a questa intrigante vicenda destinata ad infiammare inevitabilmente il calciomercato.

 

  •   
  •  
  •  
  •