Inter, Sabatini non riesce a convincere la proprietà cinese: sarà un calciomercato low cost

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui

inter
Inter, il tanto atteso incontro a Nanchino tra Walter Sabatini e Zhang Jindong non ha sortito l’esito sperato: l’azionista di maggioranza del club nerazzurro non ha alcuna intenzione di anticipare il budget estivo per rinforzare in questa finestra di mercato la rosa a disposizione del tecnico di Certaldo, Luciano Spalletti.
Stando all’indiscrezione lanciata dalla testata giornalistica fcinternews.it, la dirigenza dell’Inter sarebbe intenzionata a non spendere milioni di euro per acquisti eccellenti, sempre nell’ottica del rispetto del Fair Play finanziario imposto alla società nerazzurra.
Quindi rubinetti a secco fino al prossimo 30 giugno 2018, con la conseguente possibilità di perdere alcuni calciatori interessanti per i quali lo stesso direttore sportivo era in procinto di intavolare interessanti trattative. Di certo si tratterà di una sessione di calciomercato finalizzata al risparmio e alla convenienza, con soluzioni particolareggiate da individuare.

Inter, i possibili scenari di mercato

Alla luce di queste considerazioni, il direttore dell’area tecnica della Suning Sport, Walter Sabatini, ed il direttore sportivo dell’Inter, Piero Ausilio, dovranno centellinare le risorse a disposizione, onde evitare ripercussioni in ambito finanziario.
Una prima mossa da parte degli uomini di mercato sarà sicuramente quella di accontentare per quanto possibile Spalletti, ma solo attraverso strategie mirate ed oculate. Per cui, via a prestiti senza obbligo di riscatto o addirittura, quale extrema ratio, la possibilità di vendere alcuni dei pezzi pregiati in rosa, vedasi Icardi ed il corteggiamento operato dal Real Madrid.
Un’ipotesi alquanto interessante potrebbe essere anche finalizzata alla cessione di calciatori che sinora non hanno convinto appieno, vedasi le prestazioni a corrente alternata di Marcelo Brozovic e Joao Mario, così come resta sempre in piedi l’idea di una sorta di autofinanziamento, ossia la vendita di giocatori di medio rango, quindi no top player, che potrebbero avere un mercato interessante e appetibile, quale può essere Milan Skriniar, seguito addirittura da Barcellona Real Madrid.

Una notizia che potrebbe porre fine all’intrigante trattativa che avrebbe potuto portare all’ombra delle Madonnina l’ex palermitano Javier Pastore, il quale proprio oggi avrebbe confidato ai compagni di squadra la volontà di lasciare il Paris Saint-Germain a gennaio, così come riportato da Le Parisien. Si complicherebbe così anche il passaggio di Ramires all’Inter, con il calciatore che ha più volte manifestato l’intenzione di cimentarsi in una squadra italiana nel campionato di Serie A.

  •   
  •  
  •  
  •