Mercato Inter: incontro Sabatini – Suning, a gennaio solo prestiti o cessioni

Pubblicato il autore: Fabrizio Benigno Segui


Fumata nera: purtroppo non è andato a buon fine il blitz di Walter Sabatini in Cina per tentare di sbloccare il mercato dell’Inter. La proprietà cinese ha infatti confermato il suo niet a nuovi esborsi nella finestra di Gennaio. Probabilmente le restrizioni e ingerenze del governo cinese, sull’operato del colosso Suning, sono più ingenti del previsto: solo prestiti e cessioni le direttive impartite.
Adesso l’ex dirigente della Roma deve far fondo a tutto il suo talento di improvvisazione, per cercare di tirare dal cilindro, qualche soluzione che possa risollevare l’animo dei nerazzurri, arrivati col fiato corto al giro di boa del campionato dopo un avvio al di sopra delle aspettative.

Un vero e proprio inconveniente per i nerazzurri se si considera che gli ingredienti per raggiungere l’obiettivo del piazzamento Champions sembrano esserci tutti: un allenatore come Spalletti preparato e motivato nel giungere nella sua maturità finalmente in una delle tre grandi d’Italia, lontano dal clima rovente romano, dove spesso l’esasperazione degli animi fa perdere di vista gli obiettivi; un capitano e goleador come Icardi capace di realizzare 18 reti in 20 giornate dopo aver ricucito i rapporti con la curva Nord in seguito ai dissapori nati a causa della sua biografia; un pubblico affezionatissimo, che non ha eguali in Italia, che ha fatto registrare una media spettatori di quasi 60.000 ad ogni incontro casalingo; una classifica tutto sommato positiva in ottica obiettivo se si considera che l’Inter è al momento al terzo posto con un margine di 3 punti sul quinto posto della Roma.

Insomma con uno scenario del genere i tifosi nerazzurri si aspettavano un piccolo sforzo da parte della società e iniziano a nutrire i primi dubbi e malumori nei loro confronti (anche se nei fatti continua a crescere la quota abbonati, dato che in molti stanno acquistando il mini abbonamento per il girone di ritorno, dove l’Inter affronterà in casa tutti gli scontri diretti, ad eccezione di quello con la Lazio).
Il pubblico interista invoca a questo punto un guizzo del “Mago Walter”, che riesca come spesso gli è capitato in passato, di uscire dal suo mazzo qualche asso sconosciuto ai più che sparigli inaspettatamente il tavolo da gioco. La speranza dopo tutto è l’ultima a morire e il nostro ha ancora più di 20 giorni per riuscirci.

  •   
  •  
  •  
  •