Mercato Juve, spunta l’ipotesi Bonaventura

Pubblicato il autore: Carlo Pranzoni Segui

 

 

TURIN, ITALY - OCTOBER 25: Federico Bernardeschi of Juventus celebrates after scoring the opening goal during the Serie A match between Juventus and Spal on October 25, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)

La Juventus vista in campo nell’anticipo di sabato contro il Chievo è sembrata una Juventus lenta, impacciata, prevedibile e ancora imballata a causa degli enormi carichi di lavoro alla quale si sono sottoposti gli uomini di Massimiliano Allegri dopo la pausa di 15 giorni. È mancata quell’imprevedibilità che fornisce gente come Dybala, Cuadrado o anche Pjaca. Per quanto riguarda quest’ultimo, si è rivelata una scelta controproducente quella di mandarlo in prestito, fino a fine stagione, allo Schalke 04 proprio mentre gli altri due si infortunavano. Per l’argentino si teme uno stop di un mese, che lo costringerebbe a saltare l’andata degli ottavi di finale di Champions League con il Tottenham, anche se fino all’ultimo lo staff medico proverà il miracolo. Per quanto riguarda il colombiano, invece, la situazione è ancora più seria. Oggi verranno effettuati altri accertamenti e, come probabile, l’ex Chelsea e Fiorentina verrà operato, saltando il resto della stagione. È per questi motivi che Beppe Marotta e Fabio Paratici si sono rituffati immediatamente sul mercato in cerca di un esterno offensivo.

Pazza idea Bonaventura- Uno dei nomi circolati in questi giorni è quello del milanista Giacomo Bonaventura, pallino di mister Allegri e molto apprezzato anche dalla dirigenza. Contro la Lazio, Bonaventura ha siglato il gol decisivo che permette alla squadra di Gattuso di inanellare la terza vittoria di fila e restare aggrappata alla zona Europa League. Il numero 5 rossonero è un giocatore molto duttile, grintoso e con un discreto senso del gol e, come sa bene la dirigenza del diavolo, è uno dei pochi calciatori in rosa che potrebbe garantire una buona plusvalenza. Inoltre, negli scorsi giorni, il suo agente, Mino Raiola, è stato a Vinovo per parlare di affari con la dirigenza bianconera. Che si sia parlato anche di Bonaventura ? L’unico ostacolo, in questo caso, potrebbe essere rappresentato dai tifosi, che vedono “Jack” come uno dei loro beniamini e uno dei pochi ad aver trainato il carro in queste ultime, difficili stagioni per la loro squadra. Ipotesi difficile quindi, ma non da scartare.

Le alternative- Oltre a Bonaventura, ovviamente, gli uomini mercato bianconeri stanno tenendo d’occhio altri profili. Il primo è quello del numero 16 del Sassuolo Matteo Politano, corteggiato anche dal Napoli. L’esterno scuola Roma, però, ha fatto sapere di gradire maggiormente la piazza azzurra rispetto a quella bianconera. Questa appare quindi più come un’operazione di disturbo nei confronti dei partenopei, che un’operazione per far fronte alle numerose assenze nel reparto offensivo della Vecchia Signora. Altro nome fatto negli scorsi giorni è quello del belga dell‘Atletico Madrid Ferreira Carrasco. L’ex Monaco è da tempo in rotta con la dirigenza dei colchoneros e con l’allenatore Simeone e, l’uscita di scena anzitempo della sua squadra dalla Champions League non ha fatto che aumentare il malumore nel nazionale belga. L’intoppo qui è rappresentato dal costo del cartellino, che si aggira sui 50/60 milioni di euro, e dalla concorrenza molto forte di Roma e Inter. Restano più defilati, poi, i nomi di Schurrle, esterno in uscita dal Borussia Dortmund dove non ha convinto nelle ultime stagioni; Zaha del Crystal Palace (scuola Manchester United) e di Deulofeu, ex Milan che ha già affrontato i bianconeri due volte nella fase a giorni di questa edizione di Champions ma seguito anche lui dal Napoli di Sarri. Tutte operazioni complicate, ma Marotta, a pochi giorni dalla chiusura del mercato, vuole provarle tutte.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: