Milan, la sentenza di Mirabelli: “Mercato chiuso in entrata”

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui

milan

Milan, non ci sarà il tanto atteso colpo a sorpresa in casa rossonera: probabilmente la cifra sostanziale spesa la scorsa estate per mettere a disposizione di Vincenzo Montella una rosa grosso modo competitiva ha fatto desistere i vertici della società di via Aldo Rossi, i quali sarebbero intenzionati a tenersi il gruppo di calciatori attuali, senza operare sul mercato alla ricerca di talenti sparsi per il mondo.
Gli obiettivi stagionali sono oramai stravolti, si lotta per un posto in Europa in campionato, senza dimenticare il desiderio di arrivare più in avanti possibile nelle coppe, con la semifinale di Coppa Italia agguantata con le unghie e con i denti ed una preziosa qualificazione ai sedicesimi di Europa League a seguito di un girone tra alti e bassi.

Milan, nessun movimento in entrata

A fare il punto della situazione sul mercato del Milan ci ha pensato il direttore sportivo del club rossonero, Massimiliano Mirabelli. Secondo quanto riporta il quotidiano sportivo La Gazzetta dello Sport, che di recente ha intervistato il dirigente milanista, la società sembra non intenzionata ad intervenire sul mercato, almeno per l’attuale sessione di mercato, laddove afferma perentoriamente: “In entrata non faremo nulla, ve lo dico come informazione ufficiale – esordisce Mirabelli -. In uscita qualche movimento ci potrebbe essere, ma cose piccole. I nomi sono quelli che stanno circolando, quello che ha le richieste più concrete è Gustavo Gomez dal Boca“.
Come afferma appunto il dirigente del Milan le motivazioni di una simile decisione sono esplicite: “In estate è stato un mercato importante ma non ne ho nostalgia, per tutto c’è un tempo. Oggi credo che la soluzione sia già in casa“, afferma Mirabelli.

Per chi parla di cifre da capogiro investite dal Milan la scorsa estate, che tra l’altro non hanno sortito gli esiti sperati, stante la situazione attuale della squadra, con una stagione da onorare al fine di evitare un drammatico fallimento di gestione, lo stesso direttore sportivo afferma quanto segue: “Non mi sembrano cifre eccessive. Tutti considerano l’esborso complessivo, io invece invito a scorporarlo e analizzarlo – chiarisce Mirabelli -. Non abbiamo strapagato nessuno e vi dirò di più: se, in pura teoria, domani mettessimo qualcuno dei nuovi sul mercato, andremmo a guadagnarci – aggiunge -. Nonostante molti di loro non stiano rendendo in base alle aspettative, a livello patrimoniale non esiste alcun flop. E poi ci si dimentica – conclude il dirigente del Milan – di un piccolo particolare: la nostra gestione è fatta anche di cessioni e di rinnovi. Dalle vendite abbiamo incassato una buona cifra“.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: