Milan, pace fatta tra Paraja e Mirabelli. Gustavo Gomez al Celta Vigo?

Pubblicato il autore: Gabriele Tufano Segui

 

Milan- Mirabelli
Dopo le scaramucce della mattinata, pare che sia tornato il sereno in casa Milan. Infatti l’agente di Gustavo Gomez, Paraja, qualche ora fa ha avuto una riunione con il ds Mirabelli e i toni della discussione sembrerebbero essere stati decisamente più pacati rispetto a quelli di qualche giorno fa. Paraja, infatti, dopo l’incontro ha dichiarato ai microfoni di Tuttomercatoweb.com: “La chiacchierata è andata bene. Abbiamo parlato con toni cordiali e ci siamo chiariti ognuno esprimendo la propria opinione”. Poi ha continuato così sulle motivazioni del mancato approdo di Gomez al Boca: “Non so le ragioni. Il Milan ha posto delle condizioni che non sono andate bene al Boca”. Interessante poi lo spiraglio che Paraja ha lasciato in merito ad un possibile trasferimento del suo assistito al Celta Vigo: “Non so cosa verrà fuori. Vedremo. Non c’è molto tempo. Se arriverà una proposta, la valuteremo”. Su quest’ultimo aspetto, anche l’esperto di mercato, Alfredo Pedullà, si dice convinto del fatto che nei prossimi giorni possa esserci un’offerta del club spagnolo al Milan.

Le accuse di Paraja alla società rossonera

Negli ultimi giorni a tenere banco in casa Milan è stata la trattativa tra i rossoneri e il Boca Juniors per il trasferimento in argentina del difensore paraguaiano, Gustavo Gomez. Come abbiamo appreso ieri, l’affare tra le società, almeno per ora, sembrerebbe saltato per colpa del Milan che ha valutato l’offerta degli argentini troppo bassa (la dirigenza del Boca aveva offerto alla società rossonera 5 milioni  di euro più l’80% sull’eventuale rivendita di Gomez; proposta ritenuta insufficiente dalla società di Yonghong Li che, al contrario, chiedeva qualche milione in più al fine di ridurre al minimo la minusvalenza alla quale sarebbero andati incontro con la sua cessione). Questa decisione, non solo non è stata digerita dai dirigenti del Boca, ma anche dall’agente del calciatore, Paraja, che, come riportato dal quotidiano sportivo Tuttosport, si è scagliato con parole forti contro la dirigenza del Milan.

Questo il suo pensiero: “Di quello che dicono sia successo in sede, preferisco non parlare. Ma vi garantisco che il Milan sta attraversando un momento di grande confusione. E mi auguro che quanto prima il Milan venga rappresentato di nuovo da personaggi all’altezza. Se prendi un giocatore di terza o quarta categoria, e lo metti in serie A, non devi stupirti se poi fa brutta figura. Se non ha il livello intellettuale e professionale per dirigere un grande club e te lo danno lo stesso in mano, i risultati non sono buoni. Ormai, nel mondo del calcio tutti i giocatori, tutti i dirigenti, tutti gli allenatori ridono della situazione che si è venuta a creare al Milan. Noi siamo stati trattati malissimo, senza motivo. I dirigenti del Boca sono arrivati da Buenos Aires, hanno portato una maglia come regalo e in cambio non hanno ricevuto nemmeno un caffè. Questo è stato l’inizio, immaginatevi com’è finita la riunione. Quando ci siamo ritrovati insieme in ascensore, quelli del Boca non volevano credere a quello che è successo. Hanno offerto, 5 e poi 6 milioni per Gustavo Gomez: niente da fare. Eppure era un affare anche per il bilancio. Nemmeno nella serie C argentina si comportano in questo modo. La stessa cosa era successa 6 mesi fa quando ero venuto con i dirigenti del Fenerbahce e avevo anche allora un’offerta concreta. E’ tutto improvvisato, il Milan non ha nemmeno accettato di negoziare”.

Sul futuro di Gustavo Gomez, Paraja dice: “Io non so adesso cosa succederà: io non credo di avere altre possibilità. Ma magari arriva un altro procuratore, che gli porta un’altra offerta, magari un mediatore a loro più vicino, e può anche essere che lo vendano. Ma non con me. Non gioca mai, non ha alcuna possibilità di essere utilizzato, ma questo è il Milan oggi. E tutti lo sanno: persino se prendi un taxi, se chiedi al tassista che cos’è il Milan, ti risponde esattamente così. Perché tutti, ormai, sanno quel che capita al Milan di questi tempi”.

Nella parte iniziale del suo intervento, Paraja, si riferisce agli eventi verificatisi nei giorni scorsi, quando, dopo che la trattativa con il Boca sembrava procedere verso un esito negativo, l’agente e Mirabelli avrebbero intrapreso un’accesa discussione, durante la quale sarebbero addirittura volati degli oggetti. Insomma, una cosa è assodata: Il Milan quest’anno non ha momenti di serenità. Infatti, dopo i problemi derivanti dal campo, dopo le polemiche per un mercato estivo dispendioso ma ritenuto non all’altezza, dopo la telenovela targata Donnarumma, dopo le questioni sorte qualche settimana fa circa la cessione della società, ecco presentarsi un altro problema legato alla mancata cessione di Gomez al Boca. Riusciranno i rossoneri a mettersi alle spalle anche questa faccenda?

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: