Napoli, si lavora al rinnovo di Mertens. Clausola troppo bassa, pericolo cessione

Pubblicato il autore: Gabriele Tufano Segui

Dries Mertens
Calciomercato Napoli. Tanti sono i nomi che in questi giorni vengono accostati ai partenopei, in cerca soprattutto di uno o due attaccanti che possano dare il cambio ai vari Insigne e Callejon durante la stagione. Però prima di pensare agli acquisti, il Napoli deve cercare di assicurarsi la permanenza dei suoi campioni, tra i quali spicca Dries Mertens. Il belga ormai è diventato una pedina fondamentale per il gioco di Sarri, specie da quando il mister toscano ha dovuto fare di necessità virtù, schierandolo come prima punta dopo l’infortunio al ginocchio subito da Milik (acquistato la scorsa estate come sostituto di Higuain). Chi se lo sarebbe mai immaginato un Mertens prima punta in grado di segnare un quantitativo di gol così importante? Ora, anche a causa delle sue splendide prestazioni, il belga e il suo entourage richiedono un adeguamento di contratto che possa permettere al giocatore di guadagnare una cifra maggiore (circa 6 milioni di euro) rispetto a quella che attualmente percepisce (4 milioni di euro a stagione più bonus) dal Napoli.

Ma non è tutto; inaffti l’obiettivo di De Laurentis sarebbe quello di incrementare il valore della clausole rescissoria (attualmente tra i 28 e i 30 milioni di euro, valida per l’estero) accordata in occasione del prolungamento di contratto stipulato a maaggio (con scadenza giugno 2020), sia per consolidare il legame tra il giocatore e la società (visto che ormai Mertens è una carta fondamentale per gli schemi di Sarri) sia per evitare che in caso di cessione possa esserci un guadagno troppo esiguo se paragonato al rendimento e al valore attuale di Mertens.

  •   
  •  
  •  
  •