Politano snobba la Juve, vuole solo il Napoli

Pubblicato il autore: Carlo Pranzoni Segui

beppe-marotta-juventus-calciomercato
La Juventus è in cerca di un sostituto all’altezza per gli infortunati Cuadrado e Dybala. Il colombiano, operato a Monaco di Baviera stamattina per risolvere quel fastidioso problema che lo tiene lontano dai campi dalla sfida con la Roma, comincerà subito la riabilitazione e conta di tornare ad allenarsi con i compagni tra un mese (recupero che sarebbe da record visto che gli si prospettavano almeno 3 mesi di stop). L’argentino, invece, è ancora alle prese con l’infortunio che lo ha tenuto in infermeria in queste ultime due settimane. Potrebbe, a sorpresa, tornare per il derby contro il Torino, ma Allegri preferirebbe non rischiarlo e riaverlo al top per l’andata degli ottavi di finale di Champions League contro il Tottenham. Per questo, Marotta e Paratici hanno sondato diversi nomi per regalare al loro mister un esterno all’altezza, visto che, al momento, a disposizione rimangono Bernardeschi, Douglas Costa e Mandzukic. Ma, a meno di due giorni dalla chiusura del mercato, c’è ormai poco tempo per ragionare.

Politano verso Napoli- Uno dei nomi che sono circolati con più insistenza in questi ultimi giorni è quello del numero 16 del Sassuolo Matteo Politano, che sta disputando una buona stagione in neroverde. Il giocatore, però, preferirebbe andare al Napoli e, stando alle ultime voci, non ha intenzione di ascoltare eventuali proposte provenienti da Torino. I partenopei avrebbero messo sul piatto 20 milioni e il prestito del giovane Ounas e puntano forte sul ragazzo scuola Roma viste anche le difficoltà per arrivare a Caprari. Juve beffata ? Non esattamente. Infatti, nonostante le voci della Gazzetta dello Sport che volevano la Vecchia Signora pronta ad offrire ben 30 milioni, questa appare più come un’operazione di disturbo verso una rivale scudetto, che un’operazione per tentare di rafforzare il proprio organico.

Gli altri obiettivi- Gli altri nomi sono sempre gli stessi. Si è parlato sia di Bonaventura che di Suso ad esempio. Per quanto riguarda il primo, negli scorsi giorni il suo agente Mino Raiola è stato a Vinovo, ma difficilmente avrà parlato di “Jack” con la dirigenza juventina. Bonaventura è un idolo dei tifosi del Milan che accetterebbero malvolentieri un suo addio. Riguardo lo spagnolo, invece, è più una suggestione che una vera e propria idea di mercato. Infatti, appare molto difficile che Gattuso accetti di privarsi di uno dei suoi uomini più importanti in un momento così delicato della stagione, con i rossoneri alla caccia di un posto sul treno Europa League. Sfumato Deuloefu (che andrà in Premier), sono più lontani anche Schurrle, in uscita dal Borussia Dortmund, e Zaha del Crystal Palace.

Questione Carrasco- Difficilmente, poi, vedremo Ferreira Carrasco vestire la casacca bianconera, almeno a gennaio. Il belga è in cattivi rapporti con la dirigenza dell’Atletico Madrid e con l’allenatore Simeone, ma il costo elevato (i colchoneros chiedono almeno 60 milioni di euro per lasciarlo libero), l’impossibilità di disputare la Champions (competizione su cui la banda Allegri punta molto) e la concorrenza di Roma e Inter, rendono molto complicato un eventuale affondo della Vecchia Signora. Certo che, con il senno di poi, la dirigenza non avrebbe lasciato partire quel Marko Pjaca che ben si sta comportando allo Schalke 04.

  •   
  •  
  •  
  •