Younes:”La concorrenza non mi spaventa”. Sarà un vero rinforzo per il Napoli di Sarri?

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
Younes

Younes, il Napoli vincerà anche questa scommessa?

Younes, sarà davvero un rinforzo per il Napoli? In principio fu Jesus Datolo, poi Edu Vargas, poi Regini, Grassi e Pavoletti. Gli acquisti del mercato di gennaio degli azzurri raramente hanno dato una vera mano  sul campo. Amin Younes vuole smentire questa tradizione avversa per i nuovi arrivi invernali all’ombra del Vesuvio. Dopo il no di Verdi, ecco il talentuoso esterno tedesco di origine libanese. Classe 1993, compirà 25 anni il prossimo 6 agosto. Doveva arrivare a parametro zero a giugno, ma il mancato arrivo di Verdi ha accelerato l’operazione con l’Ajax. Esploso giovanissimo nel Borussia M’Gladbach, ha poi giocato nel Kaiserslautern. Ma è in Olanda che il suo talento è sbocciato del tutto. Younes è il classico esterno d’attacco, che può giocare su tutte e due le fasce. Con i Lancieri ha giocato anche come mezzala di centrocampo. Insomma il prototipo ideale per l’idea di calcio di Maurizio Sarri. 

Younes è anche nel giro della nazionale tedesca. Loew lo ha convocato per la Confederations Cup dello scorso anno e sta pensando di portarlo anche ai Mondiali di giugno. Un rinforzo cercato e voluto in vista dello sprint scudetto e del ritorno delle coppe europee. L’arrivo di Younes non preclude a quello di Politano. Il ragazzo vuole fortemente il Napoli, mentre il Sassuolo vorrebbe trattenerlo. Nel duello con la Juventus per il tricolore c’è bisogno di forze fresche per Sarri, per spezzare la maledizione dei rinforzi di gennaio.

Younes al settimo cielo:” Sono qui per lo scudetto”

Younes, felicità in azzurro. E’ contento come un bambino a EuroDisney il nuovo acquisto del Napoli. A Tuttomercatoweb.com Younes ha affidato le sue prime parole da calciatore partenopeo:”Arrivo per dare il mio aiuto nella corsa al titolo, spero di mettere Sarri in difficoltà nelle scelte ma comunque darò il massimo ogni volta che verrò chiamato in causa perché nel mio ruolo si può decidere una partita anche entrando a partita in corso. Non vedo l’ora di sbarcare a Napoli, una città conosciuta in tutto il mondo con dei tifosi molto calorosi. È stata la squadra di Maradona, l’ho conosciuto quando ci ha stretto la mano dopo la vittoria della Germania in Confederations Cup, mio padre ha detto quel giorno che avrei anche potuto smettere di giocare al calcio”. Prime parole di Younes da giocatore del Napoli rilasciate alla stampa olandese: Ho parlato con Sarri ma molto di più con Giuntoli, mi ha trasmesso la sensazione che potrò trovare spazio in questi mesi, la concorrenza non mi spaventa anzi mi può rendere un calciatore migliore. Ho ricevuto tante offerte ma per me il Napoli è l’Ajax della serie A per come gioco. Cerca lo spettacolo ed è un club caldo, certo dovrò abituarmi alla lingua ed al paese ma sarà simile all’Ajax”.

Come detto Younes non esclude Politano. L’esterno del Sassuolo ha una gran voglia di Napoli, ma i neroverdi vorrebbero trattenerlo fino a fine stagione. Giuntoli e De Laurentiis lavorano ai fianchi della società emiliana. Il Napoli potrebbe anche proporre delle contropartite tecniche al Sassuolo, come Ounas o Inglese. Politano ha sventolato la sua voglia di azzurro, quindi fino al 31 gennaio tutto è possibile. Intanto Sarri pensa al match con il Bologna. Una partita particolare per Simone Verdi, che certamente non verrà accolto con rose e fiori dal pubblico del San Paolo. Applausi invece per un ex del match, Blerim Dzemaili. Lo svizzero è appena tornato al Bologna dopo l’esperienza canadese. Per lui 109 presenze e 18 gol segnati con la maglia del Napoli, con due Coppa Italia alzate al cielo.

  •   
  •  
  •  
  •