Inter, non solo Pastore. Quanti no ricevuti sul mercato di gennaio e Zhang finisce nel mirino

Pubblicato il autore: Anna Rosaria Iovino Segui
TURIN, ITALY - MARCH 18: FC Internazionale board member Steven Zhang Kangyang looks on prior to he Serie A match between FC Torino and FC Internazionale at Stadio Olimpico di Torino on March 18, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Steven Zhang (presidente dell’Inter) – Foto originale Getty Images© scelta da SuperNews

Il calciomercato di gennaio si è chiuso e si tirano le prime somme. L’Inter ha acquistato Lisandro Lopez e Rafinha ma i tifosi non sono certo soddisfatti. A lungo ha aleggiato il nome di Javier Pastore ma alla fine l’affare non si è concretizzato e la dirigenza è finita nel mirino dei tifosi.

Nonostante le richieste pressanti di Spalletti e il lavoro di mediazione di Ausilio, il gruppo Suning non ha voluto finanziare il possibile grande acquisto nerazzurro. Sotto accusa è finito Steven Zhang. Il giovane imprenditore ha ricevuto migliaia di messaggi su Instagram da parte dei sostenitori nerazzurri, i quali auspicavano l’arrivo di Pastore, innesto in grado di cambiare gli equilibri della squadra e la competitività dell’organico.

Negli ultimi giorni di mercato, oltre all’arrivo di Pastore si è parlato piuttosto della possibile cessione di Icardi ambito dal Real Madrid che vuole ricostruire la squadra nella prossima stagione. Oltre al danno anche la beffa per i nerazzurri. Icardi, infatti, si è infortunato nell’ultimo allenamento per un risentimento muscolare e quasi certamente salterà il prossimo match di campionato previsto sabato 3 febbraio contro il Crotone a San Siro, partita che i nerazzurri devono solo vincere.

  •   
  •  
  •  
  •