Mercato Juventus, se parte Alex Sandro c’è Hector

Pubblicato il autore: Giacomo Luigi Uccheddu Segui

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

 

Il 27enne laterale brasiliano Alex Sandro è alla sua terza stagione con la maglia della Juventus dopo essere stato acquistato nel 2015 dal Porto. Il brasiliano potrebbe però anche essere al suo ultimo anno in bianco nero, la società un anno fa ha resistito alle sirene del Chelsea per il giocatore ma nella prossima sessione estiva del calciomercato le cose potrebbero cambiare anche perchè il costo del giocatore è salito e il PSG sembra pronto a sferrare un attacco contenente oltre 60 milioni per il club di Agnelli.

Probabile che la Juventus prima di intavolare qualsiasi discorso attenda l’evolversi del Mondiale in Russia dove Alex Sandro dovrebbe partecipare con la maglia del Brasile. I dirigenti bianco neri non vogliono comunque farsi trovare impreparati in vista della prossima stagione che potrebbe vedere la squadra di Massimiliano Allegri giocare ancora una volta la Supercoppa Italiana anche se, tifosi e dirigenza, sperano che i campioni d’Italia in carica possono anche tornare a disputare la Supercoppa Europea.

Leggi anche:  Juventus, Dybala sta meglio: società al lavoro per il rinnovo

Il profilo che viene seguito con maggiore interesse porta in Germania ed esattamente al Colonia con il 27enne Jonas Hector. Il laterale sinistro è cresciuto con indosso la maglia bianco rossa, indossata da lui per otto stagioni compresa quella attuale. La posizione attuale della squadra di Ruthenbeck è tutt’altro che rassicurante: penultimo posto infatti dietro Magonza e Wolfsburg che hanno cinque punti in più a sette giornate dalla fine della Bundesliga, i caproni dovranno però affrontare sia i bianco rossi il 9 Aprile sia i bianco verdi il 12 Maggio. La permanenza della squadra in Bundesliga certamente non agevolerebbe la Juventus da un punto di vista del costo del cartellino di Hector, al contrario l’eventuale retrocessione potrebbe spianare la strada al club italiano.

  •   
  •  
  •  
  •