Mercato Inter: Cancelo e Kondogbia, si lavora al riscatto con il Valencia

Pubblicato il autore: fabricondo Segui

 

MILAN, ITALY - NOVEMBER 05: FC Internazionale Milano fans show their support prior to the Serie A match between FC Internazionale and Torino FC at Stadio Giuseppe Meazza on November 5, 2017 in Milan, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images )

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Andata senza ritorno sull’asse InterValencia. Con Joao Cancelo lanciato sulla corsia di destra nerazzurra e Geoffrey Kondogbia piantato come una banderilla al centro dello schieramento spagnolo. Detta così, il riscatto incrociato sembrerebbe sicuro e prossimo alla definizione, con reciproca soddisfazione degli interessati. Invece nulla è ancora scontato. Vediamo perché.

Innanzitutto il prezzo del cartellino, perché, ballano dieci milioni di euro di differenza: 35 il costo dell’esterno portoghese che ha conquistato San Siro, 25 quello del centrocampista francese che al Mestalla si sente finalmente a casa. Non solo. Per avere Cancelo a titolo definitivo l’Inter deve versare i soldi al Valencia entro il 30 maggio. Saprà già, quindi, se potrà contare sulle entrate della Champions League e appare evidente come, in caso di mancata qualificazione, il discorso naufragherebbe in partenza. In ogni caso la cifra è consistente per un club che dovrebbe reggersi con l’autofinanziamento, secondo i dettami di Suning.

Leggi anche:  Probabili formazioni Parma Inter: i dubbi di Conte e l'emergenza di D'Aversa

25 i milioni che, d’altra parte, dovrebbero fare il percorso inverso per garantire al Valencia il riscatto di Kondo. La cessione assicurerebbe solo una piccola plusvalenza al club meneghino, la ricaduta positiva in ottica fair play finanziario sarebbe minima. In ogni caso anche per i Murciélagos sarebbe un esborso non indifferente, anche per via di una multa da 23,4 milioni di euro con la Uefa. Insomma, se Atene piange, Sparta non ride…

Chissà allora che la volontà dei giocatori non possa risultare determinante. Cancelo, che insegue un posto tra i convocati del Portogallo per il mondiale russo, è diventato un beniamino dei tifosi, che sperano di aver trovato l’erede di Maicon. Ora ha superato quei problemi di ambientamento che sembravano averlo indotto a chiedere il ritorno in Spagna già a gennaio ed è imprescindibile nel gioco di Spalletti. Si è ambientato subito, invece, Kondogbia, che ha dimenticato in fretta gli stenti milanesi, ha segnato 4 gol ed è una pedina fondamentale per Marcelino, che ne chiede a gran voce il riscatto. Su queste basi le due società potrebbero allestire una trattativa diversa dagli accordi originali per accontentare i calciatori. Basterà?

Cancelo e Kondogbia: riscatti complicati tra Inter e Valencia. Ecco la situazione

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: