Napoli, ecco Torreira. L’uruguaiano si è promesso agli azzurri, si tratta sulla clausola

Pubblicato il autore: antoniofight Segui
NAPLES, ITALY - NOVEMBER 01: Supporters of SSC Napoli cheer their team during the UEFA Champions League group F match between SSC Napoli and Manchester City at Stadio San Paolo on November 1, 2017 in Naples, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Torreira sempre più azzurro, il Napoli vuole pagare la clausola e pertanto il giocatore della Sampdoria potrebbe vestire la maglia del club partenopeo la prossima stagione, è una notizia che il Napoli punti per la prossima stagione sportiva sul centrocampista uruguaiano e, secondo quanto riferito da Ciro Venerato, il Napoli potrebbe pagare la clausola biennale di venticinque milioni di euro e dopo Pasqua gli azzurri incontreranno nuovamente gli agenti del giocatore classe 1996 dell’ Uruguay.Nonostante la clausola rescissoria sia di 25 milione di euro è valutato da Ferreira da 40 a 50 milioni, Torreira è infatti un regista atipico con ottima tecnica e bravo all’ interdizione, un centrocampista universale esploso quest’ anno, bravo anche nei calci di punizione.

Sul “Fatto Quotidiano” il giornalista Marco Fanulli lo definisce ” piccolo di statura ma tosto di natura”, in effetti il giocatore non arriva al metro e settanta di statura e nato come seconda punta col tempo ha arretrato il proprio raggio d’ azione a seguito della sua esperienza calcistica maturata nelle file del Pescara divenendo un mediano interdittore di fronte alla line difensiva.Grazie alle sue doti tecniche è maturato anche come regista e spesso la manovra offensiva nelle squadre in cui ha giocato, Pescara e Sampdoria, è ripartita proprio dai suoi piedi rivelando grande professionalità e temperamento che lo hanno fatto affermare come giocatore professionista.

Leggi anche:  Juventus-Napoli, la partita della discordia: decise data e ora

Il giocatore dichiara di ispirarsi a Lucas Biglia, mentre dagli addetti ai lavori è stato paragonato a Pizarro e Gargano, dopo l’ esordio nella squadra della sua città natale ha partecipato ad un provino per giocare nel Montevideo Wanderers dove ha esordito nella Prima Divisione uruguaiana.Quindi l’ anno successivo nel 2014 passa al Pescara e fa il suo esordio in prima squadra in serie B contro il Varese in una gara terminata per 2-1 e viene schierato da mister Baroni come trequartista mentre nella gara successiva il nuovo allenatore del Pescara Oddo lo riporta a centrocampo come regista nella gara vinta 3-0 contro il Livorno.Nel luglio 2015 viene acquistato dalla Sampdoria che lo lascia però in prestito ancora per un anno al Pescara dove realizza la sua prima rete da professionista nella partita di Coppa Italia vinta 2-0 contro il Sudtirol, in tutta la stagione il giocatore realizzerà quattro reti e nella gara play-off contro il Trapani avrà un ruolo determinate nel costruire il successo della propria squadra e nel permettere la promozione in serie A.

Leggi anche:  Juventus-Napoli, la partita della discordia: decise data e ora

Trasferitosi definitivamente alla Sampdoria fa il suo esordio in serie A nella gara vinta in trasferta 1-0 ad Empoli mentre nell’ incontro contro il Chievo , vinto 4-1, realizza la sua prima rete nel massimo campionato ed esplode letteralmente come giocatore tanto da essere convocato nel marzo 2018 nella nazionale uruguaiana e debutta nella gara amichevole contro la Repubblica Ceca.
Oltre al Napoli il giocatore aveva suscitato l’ interesse dell’ Inter ma la trattativa non è andata avanti a causa di mancati accordi economici e problemi di natura logistica in quanto l’ uruguaiano sembra preferire Napoli a Milano.Un regista che ha fatto innamorare di sè molti club grazie al suo gioco di prima.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: