Roma, Balotelli apre: “Io in giallorosso? Sì per società e tifosi. Napoli? Non piaccio ad ADL”

Pubblicato il autore: Alessandro Marini Segui

Mario Balotelli si racconta in un’intervista esclusiva a Sportweek, periodico de La Gazzetta dello Sport. Il centravanti del Nizza, ha parlato a 360 gradi della sua carriera, soffermandosi anche su un suo probabile ritorno in Italia, visto che non rinnoverà con il club della Costa Azzurra. Su di lui tutti i top club italiani: Juventus, Milan, Inter, Roma e Napoli. Ma Balo sembra avere le idee chiare e spiega, squadra per squadra, le sue sensazioni. La Juve è da escludere, viste le dichiarazioni di Marotta che spiegò come non fosse un giocatore adatto al club bianconero. Balotelli lancia una frecciatina: “Strano, perché ci ho parlato una volta sola, quando la Juve mi voleva e sono io che non sono andato“. Bene, fuori una. Un ritorno all’Inter?Ci tornerei perché è un grande club che ha tifosi fantastici, ma ormai sanno che tengo al Milan e quindi nascerebbero problemi a tornare in nerazzurro“.

Leggi anche:  Repice (Radio Rai): "Belotti via dal Toro a fine stagione, ecco dove andrà"

Il Milan, suo grande amore? Balotelli esclude un terzo approdo in rossonero: “No, adesso no. Niente contro i tifosi, anzi io vado matto per la curva del Milan ma la società mi ha mandato via in un brutto modo, come se fossi capitato lì per caso. Tornerei solo se tornasse Galliani…“. Cosa molto improbabile, aggiungiamo noi. Restano Napoli e Roma, quindi. I partenopei? Raiola disse di aver avuto un’offerta per lei anche dal club campano: “Non credo, De Laurentiis non ha mai avuto simpatia per me“. La Roma, però, sarebbe una destinazione graditissima a Balotelli. E i motivi li spiega lui: “Perché si ai giallorossi? Per la società, i giocatori e i tifosi. Credo che nessuno avrebbe da ridire se andassi alla Roma“. A conferma che l’interesse tra la Roma e Balotelli è reciproco. In una conferenza stampa di fine gennaio il tecnico giallorosso Eusebio Di Francesco aprì con convinzione all’idea Balotelli nella capitale. E anche il direttore sportivo Monchi non ha mai nascosto i suoi apprezzamenti per l’attaccante classe ’90. Le dichiarazioni di SuperMario lasciano intendere che qualcosa di concreto potrebbe esserci. Tra due mesi lo sapremo con certezza.

  •   
  •  
  •  
  •