Mercato Napoli, sarà Rui Patricio l’erede di Reina? Perin-Leno le alternative

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

Mercato Napoli, la porta parlerà portoghese. Comunque finisca il campionato queste saranno le ultime quattro partite di Pepe Reina con la maglia azzurra. Il portiere spagnolo lascerà i partenopei a parametro zero per approdare al Milan. Da mesi il diesse azzurro Cristiano Giuntoli è alla ricerca di un degno erede dell’ex Liverpool. Il nome in cima alla lista è quello del portoghese Rui Patricio. 30 anni compiuti a febbraio, estremo difensore dello Sporting Lisbona e del Portogallo. In questi giorni il presidente del Napoli, secondo indiscrezioni, si sarebbe mosso in prima persona, accompagnato da Jorge Mendes, potente agente con il quale da mesi ormai il club azzurro vanta ottimi rapporti, per incontrare proprio Rui Patricio.

Mercato Napoli, Rui Patricio costa tanto. L’unico dubbio è legato alla carta di identità ed al prezzo del cartellino rispetto proprio all’età del portoghese: se lo Sporting continuerà a chiedere circa quindici milioni, allora la trattativa non decollerà, nonostante da parte di Rui Patricio e di Jorge Mendes ci sia entusiasmo  per la proposta del Napoli e per l’interesse manifestato direttamente da De Laurentiis. L’ingaggio non spaventa e soprattutto Rui Patricio piace perché ritenuto assolutamente affidabile: forte nei pali e nelle uscite, discretamente bravo con i piedi ma soprattutto con esperienza internazionale da vendere. Da uno spagnolo ad un portoghese, la porta del Napoli potrebbe restare con un guardiano della penisola iberica. Ma gli azzurri studiano anche le possibili alternative a Rui Patricio.

Leggi anche:  Probabili formazioni AZ Napoli: Insigne e Mertens partiranno dalla panchina

Mercato Napoli, Perin e Leno le alternative a Rui Patricio

Mercato Napoli, chi sarà l’erede di Reina? La rosa dell’erede del portiere spagnolo sembra ristretta ormai a tre nomi. Detto della situazione di Rui Patricio, ci sono altri due profili validi sul taccuino di Giuntoli. Il primo è quello di Mattia Perin. Classe ’92, dopo buone stagioni al Genoa è pronto al salto in una grande squadra. Perin vuole giocare le coppe anche per avere più visibilità internazionale e giocarsi al meglio le carte in Nazionale. Lui e Donnarumma rappresentano il dopo Buffon. Oggi come oggi il milanista è in vantaggio, anche se Gigio non ha vissuto una stagione eccezionale. Giocare nel Napoli farebbe aumentare la considerazione di tutti verso Perin, anche del futuro c.t. dell’Italia.

Leggi anche:  Acceso scontro in radio tra Cruciani e Maradona junior

Mercato Napoli, un tedesco per la porta azzurra? Si chiama Berndt Leno, classe 1992 e gioca nel Bayer Leverkusen. La scuola teutonica è una delle miglior al mondo per i portieri. Basti vedere gente come Neuer e Ter Stegen. L’estremo difensore del Bayer Leverkusen è un portiere moderno e affidabile, bravo anche con i piedi. Qualità questa fondamentale per inserirsi negli schemi di Sarri. Chiunque arrivi al Napoli avrà il non facile compito di sostituire Reina in campo e nello spogliatoio. Pepe è uno dei leader storici della squadra di Sarri e ha avuto un ruolo sempre molto centrale nelle cose azzurre negli ultimi anni. Amatissimo dai tifosi, potrebbe essere il terzo portiere a diventare campione d’Italia. In quel caso l’addio sarebbe ancora più amaro. Ma questo è un discorso che si potrà fare solo dopo il 20 maggio.

  •   
  •  
  •  
  •