Sarri-Chelsea, dopo il nodo clausola è pronta l’ufficialità. E mezza Serie A entra nel mirino dei blues

Pubblicato il autore: Giuseppe Consiglio Segui

(Foto di Maurizio Lagana/Getty Images – scelta da Supernews )

La notizia è ormai nell’aria da diversi giorni, nelle ultime ore è ai limiti dell’ufficialità: Maurizio Sarri sarà il prossimo tecnico del Chelsea. Tra l’ormai ex allenatore del Napoli e la dirigenza blues è stato raggiunto l’accordo contrattuale: 4 anni a 6 milioni più bonus. La trattativa è stata lunga ma mai si è avuta l’impressione che non si potesse giungere alla tanto agognata fumata bianca. Dopo un vertice fiume durato più di sette ore l’agente di Sarri, Pellegrini, e la general manager del Chelsea, Marina Granovskaia, hanno definito nella serata di ieri gli ultimi dettagli dell’accordo, grazie anche all’intermediazione del potente agente Ramadani. Adesso c’è un ultimo scoglio da superare per dare l’ufficialità e si chiama Aurelio De Laurentiis: il patron del Napoli vuole che la clausola venga rispettata ma dalle parti di Stamford Bridge puntano ad uno sconto.

Proprio per questo la giornata odierna sarà dedicata ai negoziati tra le due società, ma è molto probabile che il vulcanico presidente partenopeo, anche in segno di riconoscenza verso il suo ex allenatore, possa abbassare le pretese e accontentarsi di una cifra intorno ai 4 milioni piuttosto degli 8 riportati sul contratto in essere tra Sarri e il Napoli. Da non scartare l’ipotesi paventata nei giorni scorsi dal Daily Express circa la possibilità che il Chelsea possa offrire David Luiz per scontare la clausola dell’ex allenatore dell’Empoli.
L’operazione risulterà comunque particolarmente onerosa per il club di Roman Abramovich: c’è infatti da discutere anche la buonuscita per Antonio Conte, che avrebbe diritto ad una penale da 20 milioni in caso di rescissione anticipata da parte del Chelsea. Anche su questo tavolo i blues punteranno sulla diplomazia e proporranno all’ex c.t. della Nazionale di “accontentarsi” di 11 milioni, ovvero il compenso standard per un anno di contratto.

Dopo che gli ultimi tasselli saranno messi in ordine, inizierà ufficialmente l’avventura inglese di Maurizio Sarri. Il compito sarà arduo: riportare il Chelsea in Champions League e ai vertici della Premier League. Proprio per raggiungere gli obiettivi nel più breve tempo possibile, Abramovich è pronto ad una campagna acquisti di alto profilo. Molti nomi sotto la lente di ingrandimento degli uomini di mercato della società britannica vengono dalla Serie A. Per il reparto difensivo Sarri potrebbe chiedere due suoi fedelissimi al Napoli: Koulibaly e Hysaj. Se per il terzino albanese “basterà” pagare la clausola da 50 milioni, per il centrale senegalese si farà un tentativo, ma difficilmente Ancelotti darà il suo benestare alla trattativa. Anche Vrsaljko e Cancelo potrebbero essere obiettivi della squadra londinese: per l’ex Sassuolo si profila un derby di mercato proprio con il Napoli, che lo corteggia da tempo immemore; il portoghese invece difficilmente verrà riscattato dall’Inter e sarà conteso alla Juventus, alla ricerca di un  terzino dopo le partenze di Lichtsteiner e Asamoah.
Ma il nome più sensazionale, del quale si parla da giorni, è quello di Gonzalo Higuain. Il Pipita sembra progressivamente allontanarsi da Torino e l’idea di riabbracciare l’allenatore che più lo ha stimolato in carriera lo stuzzica particolarmente. In tutto ciò si inserisce il conclamato interesse della Juve per un Morata-bis: i pezzi del puzzle che disegna uno scambio tra i due attaccanti sembrano perfettamente coincidenti.

  •   
  •  
  •  
  •