Inter, parla Gabigol:”Voglio tornare a Milano per giocare e segnare”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
MILAN, ITALY - NOVEMBER 05: FC Internazionale Milano fans show their support prior to the Serie A match between FC Internazionale and Torino FC at Stadio Giuseppe Meazza on November 5, 2017 in Milan, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images )

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Gabigol, parole d’amore dal Brasile. Ha segnato un solo gol con la maglia dell’Inter, ora non gioca per i nerazzurri, ma il suo amore per la Beneamata è intatto. Gabriel Barbosa, in arte Gabigol, si è confidato a Fcinternews dal Brasile. In patria, al Santos, è tornato a giocare con regolarità e a segnare. “A Milano ho imparato molte cose – ha ammesso – Credo sia stato un periodo di apprendimento in cui sono cresciuto come calciatore e uomo, l’esperienza mi è servita. Tuttora guardo e partite dell’Inter e faccio il tifo per loro e per i tifosi che mi sono sempre stati vicini. Spero siano sempre felici”. Ma, come detto, arriverà il tempo di ragionare sul futuro e dunque su un possibile ritorno a Milano. “Ora in Brasile sono tornato a giocare con continuità – ha proseguito – Ci sono differenze importanti con l’Italia e qui sento la fiducia dell’ambiente, così riesco dimostrare il meglio di me”. 

Gabigol parla da innamorato dell’Inter:”Nutro un sentimento di rivincita, di Milano ricordo bene l’affetto dei tifosi e li ringrazio per quanto mi hanno trasmesso, per questo motivo mi piacerebbe tornare a giocare nell’Inter, ma è presto per parlarne e il futuro lo definiremo più avanti”. Gabigol è un patrimonio dell’Inter, i nerazzurri lo hanno pagato 30 milioni di euro nell’estate del 2016. Il prestito al Santos scadrà a dicembre, poi bisognerà capire quale sia il futuro di un ragazzo di soli 22 anni. La sua avventura al Benfica è andata male, resta da valutare l’adattabilità di Gabigol al calcio europeo. Che è un altro mondo rispetto a quello sudamericano. Tutto un altro mondo.

Gabigol, talento o meteora?

A fine estate 2016 era stato accolto come l’erede di Ronaldo. Presentazione in pompa magna e primo gol con la maglia dell‘Inter segnato a Bologna. Proprio come il Fenomeno. Gabigol però si è fermato lì. Spalletti sembra non averlo mai preso seriamente in considerazione. Poi il ritorno in Brasile, all’amato Santos. Come detto Gabigol è un patrimonio dell’Inter. I nerazzurri, senza Champions League, dovranno essere molto oculati sul prossimo mercato. Il classe ’96 è in prestito al Santos, ma è chiaro che l’Inter potrebbe prendere in considerazione qualche offerta nel prossimo mercato estivo. Sempre che arrivino.

Intorno a Gabigol  c’è sempre stato un alone di mistero. De Boer, Pioli e Spalletti non gli hanno dato mai spazio. Tre indizi fanno una prova. Ma l’Inter deve cercare di rivalutare un ragazzo che non potrà essere uno scarto completo. Magari non sarà il nuovo Ronaldo, ma può essere un giocatore che nella rosa nerazzurra ci può stare. Mal che vada l’Inter nella prossima stagione giocherà l’Europa League. Dunque Spalletti avrà bisogno di una rosa più ampia rispetto a quella che ha avuto a disposizione in questa stagione. Lautaro Martinez arriverà dall’Argentina la prossima estate. Chissà se anche Gabigol prenderà un volo dal Sudamerica in direzione Milano. Intanto può solo continuare a fare bene al Santos, il resto lo scopriremo solo vivendo.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,