Juventus, Marotta prepara i colpi per la difesa: Godin e De Ligt nel mirino

Pubblicato il autore: Gabriele Tufano Segui
beppe-marotta-juventus-calciomercato

Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

Le parole pronunciate qualche giorno fa ai microfoni di RMC Sport dal difensore della Juventus, Mehdi Benatia, hanno generato qualche preoccupazione tra i sostenitori della vecchia signora, ora, non più sicuri della permanenza in bianconero del giocatore. Benatia, infatti, alla domanda sul futuro ha risposto così: “Ho ancora due anni di contratto: ma nel calcio nessuno è mai sicuro al 100% di rimanere. Adesso penserò al Mondiale e poi al mio futuro: capirò insieme alla Juve che cos’è meglio per me e per la società”. Dichiarazioni ambigue che lasciano pensare ad un futuro lontano da Torino, magari in Francia, nel Marsiglia allenato da Rudi Garcia con il quale Benatia ha già avuto modo di lavorare durante la stagione 2013/2014, quando ha vestito la maglia della Roma.

I dirigenti della Juventus, dunque, per evitare di farsi trovare impreparati da un’eventuale addio di Benatia, hanno iniziato a guardarsi intorno, alla ricerca di un profilo che rispecchi le esigenze bianconere. Diversi sono i nomi in circolazione a Vinovo e, tra questi, i più interessanti sono quelli del giovane talento dell’Ajax, Matthijs De Ligt, e dell’esperto difensore in forza all’Atletico Madrid, Diego Godin. Tra i due, quello più abbordabile sembrerebbe il giocatore militante tra i Colchoneros. Si perchè, nonostante De Ligt sia una realtà interessante (difensore centrale classe ’99; quest’anno con i lancieri ha fatto registrare 39 presenze, 3 gol e 3 assist), la concorrenza (molti club in  Europa sembrerebbero interessati al giocatore), da una parte, e il prezzo (si parla di una cifra attorno ai 40 milioni di euro), dall’altra, rendono tutto molto complicato. L’unica carta favorevole alla Juve sembrerebbe essere Mino Raiola (agente di De Ligt) con il quale la società bianconera ha avuto una serie di incontri, nei giorni scorsi, per ultimare il trasferimento del giovane terzino destro Lucas Rosa.

Ecco perchè Marotta e Paratici avrebbero messo nel mirino anche l’esperto difensore uruguaiano, Diego Godin. Neo vincitore della sua seconda Europa League con la maglia dell’Atletico, Godin rappresenterebbe un profilo più abbordabile e congeniale alle necessità della Juve e per la sua esperienza a livello internazionale (il difensore classe ’86, come accennato, vanta 2 Europa League, 2 Supercoppe Europee, 1 Coppa America conquistata nel 2010 con la nazionale uruguaiana e ha partecipato anche a due finali di Champions League, entrambe perse contro il Real) e sotto l’aspetto economico (senza dubbio la valutazione di Godin è decisamente inferiore a quella del talento dell’Ajax, De Light, sia a causa del contratto in scadenza nel giugno 2019 sia per la sua non più giovane età -32 anni-).

Ricordiamo poi che la Juventus ha già in pugno un altro giovane talento del calcio italiano: Mattia Caldara. Il difensore è stato riscattato per 20 milioni dall’Atalanta e dalla prossima stagione affiancherà i vari Chiellini, Barzagli, Rugani, Benatia (forse) e Howedes (bisognerà vedere se il prestito verrà rinnovato) in difesa. Godin e De Ligt comunque non sono le uniche piste seguite da Marotta. Infatti ad essere monitorati sembrerebbero anche i nomi di: Josè Gimenez (compagno di squadra di Godin all’Atletico Madrid) la cui valutazione però parrebbe fuori portata (60 milioni) e Toby Alderweireld, 29enne difensore belga del Tottenham, sul quale sembrerebbe forte l’interesse del Manchester United.

  •   
  •  
  •  
  •