Milan, Pato non esclude il ritorno: “Non potrei dire no ai rossoneri”

Pubblicato il autore: Baldassarre Daidone Segui


Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano. Un amore, che Pato non ha mai nascosto per il Milan. Il giocatore brasiliano del, Tianjin Quanjian, era a Milano per l’ultima partita del suo ex compagno Andrea Pirlo e non ha nascosto il desiderio di ritornare a vestire la maglia rossonera. Pato è stato intervistato dalla Gazzetta dello Sport e ha parlato della stagione appena conclusa del Milan, di Rino Gattuso e della possibilità di ritornare a calcare i campi di San Siro vista la nostalgia.
LE DICHIARAZIONI DI PATO ALLA GAZZETTA DELLO SPORT

“E’ triste vedere il Milan così in basso, ma sono sicuro che la squadra rossonera ritornerà ad alti livelli. L’Europa League è un buon passo per ricominciare di nuovo e fare dei progetti che portano a nuovi traguardi. Gattuso? E’ uno tosto e ci sa fare con i giovani. Non bisogna farlo arrabbiare. Per me il suo rinnovo è stata la scelta giusta che ha potuto fare il Milan. Cutrone? E’ un ottimo attaccante, ha fatto veramente benissimo quest’anno e mi ricorda  me il mio primo anno. Il secondo anno non sarà mai facile e quindi bisogna studiare bene gli avversari perché hanno imparato a conoscerti. Cutrone come Inzaghi? Basta paragonarlo a un campione. Dategli tempo. Mi sembra prematuro paragonarlo a Pippo. Kalinic e Andre Silva? Non segnare è drastico, ma non è facile segnare di continuo in una società prestigiosa. Andre Silva ha fatto molto bene al Porto e stessa cosa Kalinic con la Fiorentina. Sarebbe un errore cederli dopo un anno. Sono sicuro che il prossimo anno faranno meglio, dategli fiducia. Belotti e Immobile? Sono due giocatori fortissimi, ma io a Rino consiglio Immobile. Un giocatore molto esperto e che fa bene ovunque. Consiglierei anche Lucas Leiva per il centrocampo. Il Milan in Cina? C’è molto entusiasmo tra la gente, anche se la squadra non fa la Champions League. Ritornare al Milan? Non escludo nulla se Gattuso chiama io corro. Ancora ho un altro anno e mezzo, poi si vedrà”.

SITUAZIONE COPPE DA DEFINIRE: MILAN

Una dichiarazione che lascia aperte le porte a un ritorno del giocatore brasiliano. Lui arrivò a Milanello il 2 Agosto del 2007, ma esordì a Gennaio del 2008. Pato ha collezionato 150 presenze, 63 reti con un palmares che recita: uno scudetto nella stagione 2010/2011 e una Supercoppa Italiana nel 2011, prima di passare al Corinthias. Prima di approdare in Cina, ha giocato con il Chelsea, San Paolo e Villarreal. Con il Tianjin Quanjian ha collezionato attualmente 26 presenze e 17 reti, contribuendo alla promozione in Chinese Super League. Ci starà pensando Gattuso? Una cosa è certa: il Milan deve prima pensare a risolvere il dilemma della possibile esclusione dall’Europa League, con Fassone che sta preparando l’offensiva. I profili, che sono stati accostati al Milan, sono abbastanza interessanti, da Fellaini a Immobile passando per Zaza e Belotti. Il problema delle Coppe, andrà avanti per lunghe ma, da Milanello sono fiduciosi che il Milan potrà uscire da questa situazione con qualche multa pesante e alcune riduzioni sul mercato per rientrare nel bilancio chiesto dagli organi della UEFA.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: