Birkir Bjarnason, un vichingo per il Parma

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

PARMA, ITALY - OCTOBER 21: Emanuele Calaiò #9 of Parma Calcio celebrates after scoring the 2-1 goal during the Serie A match between Parma Calcio and Virtus Entella at Stadio Ennio Tardini on October 21, 2017 in Parma, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)Prosegue imperterrita l’opera esplorativa da parte del direttore sportivo del Parma, Daniele Faggiano, con il compito di reperire calciatori che possano rafforzare la rosa gialloblù, attraverso validi profili da mettere a disposizione del tecnico Roberto D’Aversa. Tra i calciatori annotati sul taccuino del d.s. degli emiliani vi è il nome di Birkir Bjarnason, centrocampista islandese, soprannominato il “vichingo”, vecchia conoscenza del nostro campionato, avendo militato in passato con il Pescara e la Sampdoria ed ora, da due stagioni, impegnato tra le fila dell’Aston Villa in Inghilterra. Bjarnason è un calciatore forte fisicamente, in grado di apportare un contributo muscolare al reparto di metà campo.

L’islandese è dotato, altresì, di una buona tecnica, uno spiccato senso della posizione e di un’esperienza conclamata anche in ambito europeo. L’ex biancazzurro e blucerchiato annovera delle apparizioni in Europa League e Champions League con la maglia del Basilea, mentre con la Nazionale del suo Paese ha disputato gli Europei del 2016 siglando anche due gol, mentre, ora, si accinge ad affrontare la fase finale del Mondiale in Russia. Come detto, in precedenza, nell’estate del 2012 venne ingaggiato dal Pescara, con il quale disputò un campionato in A conclusosi mestamente con la retrocessione in B del Delfino. Nell’agosto dell’anno successivo si trasferì a Genova, sponda blucerchiata, ma la sua esperienza con la Samp non fu memorabile, collezionando complessivamente, tra campionato e coppe, solamente 16 apparizioni impreziosite da un gol. Nel 2014 tornò in Abruzzo e in quella stagione contribuì attivamente nello spingere il Delfino sino alla finale playoff contro il Bologna, con gli abruzzesi costretti ad arrendersi in finale per via di due pareggi.

A seguire emigrò in Svizzera tra le fila del Basilea, mentre è storia recente, nel gennaio del 2017, il suo passaggio con l’Aston Villa in Championship, con la quale, nella stagione appena conclusa ha inanellato 23 presenze in campionato, mettendo a segno 3 gol, non riuscendo, però, a centrare l’obiettivo di condurre la squadra londinese in Premier League. Bjarnason, dopo la conclusione del Mondiale in Russia, vorrà assolutamente assumere una decisione per il suo futuro e non è da escludere che il sondaggio effettuato da Daniele Faggiano con l’entourage del calciatore possa avere un epilogo positivo, con il “vichingo” pronto a far ritorno nella nostra serie A.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: